FORMAZIONE DEI PORTIERI DELLA DANIMARCA

Articolo pubblicato sul sito WEB dell’IHF il 15 novembre 2022.
Il 15 novembre 2022 la federazione danese di pallamano (DHF) ha annunciato di aver ingaggiato l’ex portiere Peter Nørklit come nuovo allenatore per la cura del talento; il suo ruolo consiste nello sviluppo di futuri candidati per la posizione di portiere nella squadra nazionale femminile.

Nørklit è stato uno dei portieri più longevi nella storia della pallamano danese. Si è ritirato dalla sua carriera da giocatore nel 2019, all’età di 48 anni, e ha giocato per diversi club importanti, come Portland San Antonio, BM Altea, FCK Håndbold, AG København e Nordsjælland Håndbold.

L’ex portiere ha anche giocato 131 volte per la nazionale maschile della Danimarca. Ora assumerà il suo nuovo ruolo dal 1° dicembre, cercando di estendere la lunga fila di ottimi portieri della nazionale femminile, attualmente rappresentata da una delle coppie di punta della pallamano mondiale, Sandra Toft e Althea Reinhardt.

“Mi fa molto piacere trasmettere la mia esperienza a talenti che vogliono essere migliori. E ho vissuto molte situazioni in cui si sperava che questi talenti, in quanto portieri, crescessero. Sono tutti estremamente talentuosi, ma dobbiamo renderli bravi anche nelle situazioni più difficili e far sì che crescano costantemente. Non vedo l’ora di lavorare con queste atlete, ha detto Nørklit, secondo il sito web ufficiale del DHF.

Nørklit lavorerà a stretto contatto con la nazionale giovanile femminile della Danimarca, pur continuando il suo ruolo di sviluppo dei portieri in tre club, HØJ Elite, Ajax Kobenhavn e HIK.

È anche insegnante presso l’Aurehøj Gymnasium di Gentofte, dove tiene corsi di matematica e sport.

“Dopo la sua carriera nella pallamano, Peter è diventato un insegnante di scuola secondaria, quindi ha il polso per motivare i giovani a curare il proprio talento e l’intera persona. Si adatta perfettamente alla nostra strategia per i talenti, in cui è importante che i nostri ragazzi si concentrino prima di tutto sulla gioia della pallamano piuttosto che sulla gara competitiva”, ha affermato Søren Skaastrup Frydendal, responsabile dei talenti del DHF.

Questo contenuto è solo per la consultazione!