IL BARÇA ENTRA NELLA STORIA

Articolo pubblicato sul sito WEB dell’EHF il 19 giugno 2022.

Il Barça ce l’ha fatta di nuovo: grazie ai cinque gol ai tiri da 7m nella finale contro il Lomza Vive Kielce, la squadra dell’allenatore Carlos Ortega è diventata la prima a difendere il titolo dall’inizio dell’EHF FINAL4 Men a Colonia. Si tratta del 10° trofeo assoluto per i vincitori, che ora sono anche soli in vetta alla classifica dei titoli conquistati a Colonia, con quattro.

Dopo 70 emozionanti minuti, per decidere il trofeo è stato necessario la seconda serie di tiri da 7m in assoluto a Colonia, dopo la vittoria di Kielce contro il Veszprem nel 2016. E questa volta, Kielce è stato sfortunato: poiché Alex Dujshebaev è stato l’unico a cui il tiro è stato parato, il Barça ha vinto il trofeo. Il giocatore di linea, Ludovic Fabregas, ha segnato il gol finale per i vincitori.

È stata la nona vittoria consecutiva del Barça in questa stagione, dopo aver eliminato il THW Kiel in semifinale. Segnando 10 gol, di cui uno ai rigori, l’ala destra del Barça, Aleix Gomez, è diventato il capocannoniere della Champions League per la prima volta con un totale di 104 gol, dopo il suo connazionale, Valero Rivera (Nantes), della scorsa stagione. Al secondo posto, proprio come nel 2020/21, c’è Dika Mem, questa volta con 99 gol. 

Nonostante la sconfitta finale, il giocatore di linea di Kielce, Artsem Karalek, tornerà a casa con un trofeo, dato che il bielorusso è stato premiato come MVP della EHF FINAL4. 

FINALE
Barça (ESP) vs Lomza Vive Kielce (POL) 37:35 (32:32)(28:28)(14:13)

  • A differenza delle tre precedenti partite dell’EHF FINAL4 2022, la finale è stata a corto di reti fino al minuto 50, molto più orientata alla difesa, ma con lo stesso brivido fino alla fine;
  • nell’intervallo, l’ala destra del Barça, Aleix Gomez, aveva raggiunto i 100 gol stagionali, grazie a sei reti nei primi 30 minuti;
  • dalla parte di Kielce, il portiere Andreas Wolff (33% di parata nella pausa) è stato il motivo principale per una rimonta a pari livello dopo uno svantaggio iniziale di 7:10 contro la squadra polacca;
  • Kielce ha preso il comando per la prima volta sul 17:16, e poi il Barça è diventato il cacciatore, ma diverse volte Kielce ha perso l’occasione di portarsi in vantaggio con un margine di due gol; 
  • al minuto 54, il Barça ha impiegato solo 12 secondi per tornare in vantaggio, quando la coppia francese Dika Mem e Timothy N’Guessan ha segnato per 26:26 e 27:26; 
  • alla sirena finale dei tempi regolamentari, l’MVP Artsem Karalek si è assicurato i tempi supplementari per la sua squadra, segnando per 28:28;  
  • nel primo tempo supplementare, il Barça era in vantaggio solo 30:29, avendo mancato due clamorose occasioni, poi Kielce ha cambiato di nuovo le sorti – ma quando Alex Dujshebaev ha sbagliato l’ultimo tiro sulla sirena finale, sono arrivati ​​i tiri da 7m; 
  • l’unico giocatore a sbagliare dalla linea di rigore è stato Alex Dujshebaev, con un tiro parato dal connazionale Gonzalo Perez de Vargas; una volta che tutti gli altri hanno segnato, spettava a Ludovic Fabregas assicurare al Barça il 10° trofeo. 

Una stagione superba per Carlos Ortega 

Nella stagione 2021/22, il Barça ha iniziato in sette diverse competizioni e ha vinto sei trofei. Oltre al campionato spagnolo, hanno vinto quattro diversi trofei nazionali. L’unica competizione che non hanno vinto è stata l’IHF Super Globe all’inizio della stagione, dove hanno perso la finale contro l’SC Magdeburg.

Nell’ultima partita della stagione, la serie del Barça in Champions League è proseguita con il decimo titolo. La mente dietro la vittoria del trofeo è stata quella di Carlos Ortega. Ha iniziato ad allenare il suo ex club nell’estate del 2021 e ora ha vinto il settimo trofeo di Champions League in carriera dopo sei da giocatore, raggiungendo il detentore del record, Andrej Xepkin.  

Questo contenuto è solo per la consultazione!