BENFICA! LE AQUILE VOLANO ALTE!

Articolo pubblicato sul sito WEB dell’IHF il 30 maggio 2022.

Spinti da un pubblico incredibile, i padroni di casa delle Finals 2022 della EHF European League Men 2021/22, il Benfica, hanno scritto la storia per diventare la prima squadra portoghese a conquistare il trofeo nella competizione europea di secondo livello dopo una finale da mangiarsi le unghie contro i campioni in carica dell’SC Magdeburg.

Gli “Eagles” hanno pareggiato la partita nei tempi regolamentari a 32:32 a un secondo dalla fine e hanno avuto bisogno di altri 10 minuti per assicurarsi il loro primo trofeo internazionale con una vittoria per 40:39; entrambi i gol decisivi sono stati realizzati dal giocatore di linea Alexis Borges.

La stagione è stata tutt’altro che una passeggiata per l’SL Benfica, che ha attraversato due fasi di qualificazione per raggiungere la fase a gironi della competizione. In primo luogo, la squadra portoghese ha eliminato l’HC Kriens-Luzern con un punteggio complessivo di 60:42, passando alla fase a gironi grazie alla vittoria complessiva di 64:59 contro il Rhein-Neckar Löwen.

Il Benfica è arrivato secondo nella fase a gironi, a pari punti con la squadra danese GOG, ma ha goduto di una superba fase a eliminazione diretta, eliminando il Fenix ​​Toulouse Handball 70:68 complessivamente nella fase degli ottavi e l’RK Gorenje Velenje nei quarti di finale, con una vittoria complessiva di 63:56.

Facendo un’offerta per i diritti di hosting delle EHF Finals Men, il Benfica ha tirato fuori un colpo di stato, mentre i tifosi portoghesi si sono riversati all’Altice Arena di Lisbona lo scorso fine settimana per tifare per i loro favoriti.

Incoraggiato da una superba partita del portiere Sergey Fernandez, il Benfica ha vinto 26:19 in semifinale contro la squadra polacca Orlen Wisla Plock, e ha poi incontrato in finale i campioni in carica dell’SC Magdeburg, che sono anche i detentori del titolo dell’IHF Super Globe maschile.

Il Magdeburg, che ha avuto un’imbattibilità di 26 partite fino alla finale, si è assicurato una vittoria per 34:29 contro la squadra croata RK Nexe; erano quindi pronti a mantenere il titolo nella competizione europea di secondo livello, una caratteristica ottenuta solo da due squadre nella storia, Granollers nel 1995 e 1996 e la tedesca Frisch Auf Göppingen, nel 2011 e 2012 e nel 2016 e 2017.

Tuttavia, il Benfica è stato aiutato dalle prestazioni di Sergey Hernandez, MVP delle EHF Finals Men, di Borges e dell’ala tedesca Ole Rahmel, che ha segnato 11 gol nella finale contro il Magdeburg.

Nonostante un brutto inizio, il Magdeburgo si è ripreso e si è portato fino a tre gol di distanza, 21:18, a metà del secondo tempo; il Benfica, poi, ha goduto di un periodo superbo che lo ha riportato in vantaggio.

È stato Rahmel a guidare la rimonta e Borges ad essere cruciale negli ultimi minuti, poiché i tempi regolamentari sono finiti in parità, 32:32.

L’esperienza dell’ala Jonas Kallman, la calma del capocannoniere della competizione, Petar Djordjic e Hernandez – che hanno concluso la partita con 17 parate – hanno portato il Benfica a una vittoria per 40:39 che li ha visti assicurarsi il loro primo titolo internazionale.

Per la prima volta in otto stagioni, la EHF European League Men è stata vinta da una squadra non tedesca; l’ultima squadra ad assicurarsi questo risultato è stata l’ungherese Pick Szeged, nella stagione 2013/14.

“Era già fantastico per noi giocare una finale contro una delle migliori squadre del mondo, ora abbiamo anche vinto questa finale. Abbiamo avuto molta fortuna in alcuni momenti. Questo è un giorno importante per la pallamano a Lisbona e in Portogallo, è il 90° anniversario del club, quindi questo è un regalo straordinario per i 90 anni, dopo una partita incredibile”, ha detto l’allenatore del Benfica, Chema Rodriguez.

Il Benfica ha anche vinto la sua prima finale internazionale dopo aver subito due sconfitte nella EHF Challenge Cup maschile nelle stagioni 2010/11 e 2015/16, mentre il Magdeburg ha perso la finale nella competizione europea di secondo livello per la seconda volta, dopo la 2004/05 stagione.

Questo contenuto è solo per la consultazione!