CAMPIONATI EUROPEI MASCHILI 2022: ANALISI STATISTICHE

Articolo pubblicato sul sito WEB dell’EHF il 22 aprile 2022.

Quali sono state le chiavi del trionfo svedese e della sesta finale consecutiva per la Spagna? Quali tattiche di difesa e di attacco hanno avuto più successo? Chi sono i giocatori del futuro? Un team di esperti ha approfondito tutte le statistiche e le analisi dell’EHF EURO 2022 maschile in Ungheria e Slovacchia e ha appena pubblicato la propria analisi qualitativa sul torneo.

Utilizzando tutte le statistiche ufficiali del campionato, Monique Tijsterman, membro della Commissione Metodi EHF, insieme alle osservazioni di esperti di un team di osservatori ungheresi (Dr. Zoltán Marczinka, Dott. Csaba Ökrös, János Hajdu/tutti i Master Coach EHF e Zoltán Kólya/CEO My Handball System Hungary Kft.) ha analizzato i singoli giocatori, le squadre e i loro stili di attacco e difensivo. Questo articolo si concentra sull’attacco.

La Svezia è stata l’esperta delle vere situazioni “thriller”, anche se non ha avuto bisogno dei tempi supplementari per vincere il trofeo; è stata l’unica squadra con quattro vittorie nel round principale – e le ultime tre partite si sono concluse con un margine di un gol ciascuna; il 24:23 nella “finale del girone principale” contro la Norvegia è stato esattamente il risultato di cui avevano bisogno per passare alla semifinale, vinta 34:33,; poi c’è stata la finale, che hanno vinto sul fil di sirena (27:26) contro la Spagna.

I risultati dell’analisi delle fasi in attacco.

Una delle chiavi generali per ottenere un attacco riuscito è stato l’incrocio con l’ala, il campo di difesa e il giocatore di linea. Le abilità individuali stanno diventando sempre più importanti, così come il cambiamento degli attacchi statici e dinamici.

E l’uso del giocatore di linea è stato un obbligo, sia per aprire un varco tra i difensori sia per creare occasioni da rete da distanza ravvicinata, spesso con “assist” caratterizzati da passaggi di rimbalzo.

Inoltre, la varietà delle tecniche di simulazione è aumentata – ed è stata utilizzata per aprire varchi in modo significativo – così come il numero di tiri in volo e gol, principalmente dalle posizioni dell’ala e dai passaggi sia dai terzini che dall’ala opposta.

Considerando le diverse posizioni offensive, l’impatto del terzino destro è aumentato, sia come tiratore che come “assist” per i giocatori di fascia, spesso con passaggi dietro la schiena. Questo, unito al fatto che la maggior parte dei difensori centrali sono destri, ha reso i terzini destri molto efficienti durante l’EHF EURO 2022 maschile. Tre dei dieci migliori marcatori dell’EHF EURO 2022 erano terzini destri.

Tuttavia, i gol facili sono ancora il modo migliore per vincere: i contropiedi (78% di efficienza) e i rilanci veloci (79%) sono in cima alla classifica dell’efficienza. Il vantaggio dell’utilizzo di 7 contro 6 si è spesso trasformato in uno svantaggio, poiché le squadre che hanno utilizzato questa tattica hanno subito molti gol a porta vuota con rilanci veloci o addirittura direttamente dal portiere avversario. D’altra parte, gli esperti hanno scoperto che l’utilizzo di un giocatore di campo aggiuntivo diventa sempre più una tattica normale quando un giocatore è squalificato. Squadre come Portogallo e Danimarca hanno adottato questa tattica. Essendo in situazioni di maggioranza di giocatori, la maggior parte delle squadre ha utilizzato un giocatore di seconda linea in attacco.

Considerando la distribuzione dei gol, il numero di tiri dalle fasce e dai contropiedi è aumentato del tre percento. Abbastanza divertente: i tiri in sospensione hanno dimostrato di non essere il modo migliore per segnare, poiché i difensori si erano adattati a questo tipo di azione; la conclusione degli esperti: tieni i piedi per terra, se vuoi segnare!

Il prossimo articolo si concentrerà sull’analisi della difesa.

Leggi l’analisi qualitativa completa di EHF EURO 2022 maschile nel documento sottostante.

Questo contenuto è solo per la consultazione!