GALYCHANKA LVIV

Articoli pubblicati sul sito WEB dell’EHF il 24 marzo 2022.

La Corte d’Appello EHF si è pronunciata su una causa aperta a seguito del ricorso presentato dal club faroese H71 avverso la decisione della Corte di Pallamano EHF emessa il 4 marzo 2022.

Un procedimento disciplinare è stato aperto contro l’H71 a seguito della mancata partecipazione all’andata dei quarti di finale della EHF European Cup Women 2021/22 contro l’HC Galychanka Lviv (UKR), in programma il 13 febbraio 2022.

L’EHF Court of Handball ha deciso quanto segue:

  • il risultato della partita HC Galychanka Lviv (UKR) vs H71 (FAR) è 10:0 goal e 2:0 punti;
  • una multa di € 7.000 (settemila euro) è inflitta al club con sospensione della pena per un periodo di prova di due (2) anni;
  • il club rimborserà tutti i danni ei costi che dovessero insorgere ai partecipanti, agli organizzatori, all’EHF e/o ai loro partner contrattuali dietro prova di tali danni e costi;
  • L’HC Galychanka Lviv è quindi qualificato per la semifinale della EHF European Cup Women 2021/22.

La Corte d’Appello EHF ha confermato la decisione di primo grado e ha respinto il ricorso presentato dal club in data 11 marzo 2022.

Il collegio ha convenuto con la decisione di primo grado che la forza maggiore non era applicabile nel caso di specie. Il collegio ha inoltre ritenuto che la sanzione inflitta dal Tribunale di Pallamano EHF fosse proporzionata alla gravità della violazione commessa dal club faroese. L’EHF Court of Handball ha giustamente ritenuto che le circostanze speciali dovrebbero essere prese in considerazione per mitigare la sanzione applicabile.

Un ricorso può essere presentato alla Corte arbitrale europea della pallamano (ECA) entro 21 giorni.

Per l’HC Galychanka Lviv, l’attuale stagione europea è stata un vero successo. Nella EHF European Cup Women, i campioni d’Ucraina hanno eliminato HK Hodonin, IUVENTA Michalovce, SSV Brixen Sudtirol e H71 per raggiungere la semifinale, dove sono stati sorteggiati per affrontare la squadra spagnola Rocasa Gran Canaria.

Tuttavia, c’è stata molta ansia e irrequietezza nella squadra nelle drammatiche ultime settimane, dopo lo scoppio della guerra in Ucraina il 24 febbraio. Ma Galychanka continuerà a competere per il trofeo europeo, poiché ha avuto l’opportunità di trasferirsi temporaneamente in Repubblica Ceca.

La squadra ucraina è stata aiutata dall’HK Hodonin, i primi rivali nell’attuale stagione della Coppa dei Campioni EHF. Lo scorso ottobre, i club hanno deciso di giocare entrambe le partite a Leopoli, poiché l’impianto sportivo della squadra ceca è stata danneggiata da un tornado. Hanno stabilito dei buoni rapporti e ora la squadra ceca ha fornito a Galychanka un posto per l’allenamento e la prima partita contro il Rocasa, che si terrà sabato.

“Hodonin ci ha offerto questa opzione e il nostro presidente Roman Fedishin ha acconsentito. Tutto è stato deciso in due giorni e abbiamo avuto solo tre ore per fare le valigie”, afferma l’assistente allenatore di Galychanka Tetyana Shtefan.

“È stata una decisione difficile. Le ragazze non volevano lasciare l’Ucraina durante la guerra, poiché i loro genitori e mariti sono rimasti a casa. Ma poi ci siamo calmati e abbiamo deciso di andare in Repubblica Ceca. Dopotutto, abbiamo l’opportunità di allenarci e rappresentare l’Ucraina”, ha aggiunto.

Shtefan è stato al timone della squadra per tutto questo tempo. L’allenatore Vitaliy Andronov inizialmente non ha avuto l’opportunità di lasciare l’Ucraina, ma il 49enne si è nel frattempo unito alla sua squadra e la allenerà in entrambe le partite contro il Rocasa.

Questo contenuto è solo per la consultazione!