CAMPIONATO AFRICANO JUNIOR FEMMINILE

Articolo pubblicato sul sito WEB dell’IHF il 18 febbraio 2022.

L’edizione 2021 posticipata del Campionato africano giovanile femminile della Confederazione africana di pallamano (CAHB) inizia a Conakry, in Guinea, questo sabato 19 febbraio, prima di terminare una settimana dopo, il 26 febbraio.

Otto squadre sono arrivate nella capitale della nazione dell’Africa occidentale per lottare per gli onori continentali e per uno dei quattro posti di qualificazione offerti per il Campionato del mondo IHF Women’s Junior (U20) 2022, che si giocherà in Slovenia dal 22 al 3 giugno Luglio.

Otto squadre in cerca della corona continentale e il biglietto per Slovenia 2022

20 partite in totale; Angola, Egitto, Zambia, Burkina Faso, Guinea, Algeria, Nigeria e Tunisia si contenderanno il titolo, iniziando con due gironi preliminari di quattro squadre ciascuno.

La fase a gironi preliminare prevede quattro partite al giorno in tre giornate di gioco (19, 20, 22 febbraio) con le prime due squadre di ogni girone, dopo la fase del girone all’italiana, che accedono direttamente alle semifinali (24 febbraio) confermando il loro biglietto per la Slovenia 2022.

Le ultime due squadre di ogni girone preliminare passeranno al turno di piazzamento 5-8, a partire dallo stesso giorno delle semifinali, con le partite di piazzamento finale tutte giocate venerdì (25 febbraio) e le due finali giocate sabato 26 febbraio.

Nuovi, esperti e campioni

La prossima generazione di giocatrici africane ha dovuto aspettare quasi tre anni per la competizione continentale con l’edizione precedente del campionato che si è svolta in Niger nel 2019 e l’edizione 2021 è stata posticipata a causa del COVID.

Quasi 900 giorni fa a Niamey, la Tunisia recuperò lo svantaggio accumulato nel primo tempo della finale del 2019 battendo l’Angola, favorita prima del campionato, 26:25. È stato il primo titolo continentale femminile della Tunisia a livello juniores dopo cinque secondi posti.

L’allenatore femminile senior della Tunisia, Moez Ben Amor, è con la squadra in Guinea; insieme al resto della delegazione sta cercando di mantenere il titolo combattuto duramente, ma sarà dura con l’Angola dei pesi massimi continentali in cerca di vendetta.

Prima della sconfitta nel 2019, l’Angola aveva vinto le precedenti tre edizioni del campionato – in Costa d’Avorio (2017), Kenya (2015) e Repubblica del Congo (2013) – e con nove titoli all’attivo, rimangono la nazione dei record.

Prima della partenza per la Guinea, l’intera delegazione angolana ha preso parte a una “Cerimonia della bandiera nazionale” presso la “Galleria dello sport”, con il capitano della squadra Stelvia Pascoal che ha ricevuto la bandiera dall’ex giocatore della nazionale e ora ministro della Gioventù e dello Sport, Ana Paola Sacramento Neto. “Ho la responsabilità di motivare la squadra e mettere in pratica ciò che ha detto l’allenatore”, ha detto la 19enne Pascoal alla cerimonia.

L’Egitto si è preparato a fondo per il campionato in Europa con un ritiro svoltosi insieme alle giovanili, in Germania e Polonia all’inizio di questo mese, dove ha giocato contro squadre di club. 

Come al solito, la Nigeria ha riposto grandi aspettative su se stessa in vista deln campionato. 

“Siamo pronti a vincere la coppa e a rendere orgogliosa la Nigeria”, ha dichiarato la capitana Toyin Yusuf ai media locali prima della partenza per la Guinea. “Con tutto ciò che i nostri allenatori ci hanno fatto passare, crediamo di essere tatticamente e tecnicamente in grado di fare bene nella competizione”.

Anche l’allenatore, Bukola Duru, non ha dubbi sul successo in Guinea. “Siamo pronti e con il livello di allenamento che stanno ricevendo, ci assicureremo di rendere orgogliosa la Nigeria… faremo… in modo che non solo ci qualificheremo per il campionato del mondo, ma vinceremo anche la coppa”.

Resta da vedere – in Guinea sarà solo la seconda volta in 14 edizioni che la Nigeria è apparsa – ma con giocatrici come Yusuf che acquisiscono una preziosa esperienza nella Premier League nigeriana di pallamano, il futuro sembra luminoso per la pallamano nel paese, sport che ha notevolmente migliorato la sua presenza e i suoi successi a livello continentale negli ultimi anni; il periodo di addestramento e preparazione presso l’Aguiyi Ironsi Military Cantonment ad Abuja prima del campionato evidenzia l’organizzazione e la pianificazione che la Federazione di pallamano della Nigeria ha investito per garantire il successo in Guinea.

Alla loro seconda apparizione in assoluto nella competizione, la nazione ospitante del 2022 la Guinea ha vinto il bronzo in Niger e, con esso, un posto all’IHF Women’s Junior World Championship 2020; sarebbe stata la loro prima apparizione nella competizione. 

Tuttavia, quell’apparizione non è mai avvenuta, in quanto la competizione è stata annullata. Nonostante quella delusione, la Guinea Handball Federation (FEGUIHAND) ha continuato a spingere con la nazionale e non appena l’evento juniores si concluderà, rivolgerà la sua attenzione all’edizione giovanile (27 febbraio – 6 marzo), come è tradizione nel continente. 

Il paese, che è diventato membro dell’IHF nel 1972, ha lavorato duramente per offrire un evento impressionante e di successo, che ha incluso anche il lancio di un nuovo logo della federazione . 

In una conferenza stampa di apertura del campionato, il presidente di FEGUIHAND, Mamadouba Paye Camara, ha elogiato lo sforzo e il supporto di tutte le parti nell’ospitare la prestigiosa coppia di eventi, osservando ciò che le sue giovani squadre possono ottenere in campo.

“Il governo guineano è responsabile dell’intera organizzazione; i premi, i viaggi e l’alloggio delle squadre sono stati regolati dal Ministero della Gioventù e dello Sport”, ha spiegato.

“L’obiettivo delle nostre due squadre è la qualificazione ai Campionati Mondiali IHF Junior e Youth Women’s World Championships. Sono già online per il miglior approccio con allenatori e giocatori pronti ad affrontare questa sfida in casa”.

Lo Zambia farà il suo esordio in campionato, mentre il Burkina Faso tornerà sulla scena continentale per la prima volta dal 2011, quando si è esibita per la prima volta.

La prima edizione del CAHB African Women’s Junior Championship si è tenuta nel 1980 a Lagos, in Nigeria (NGR).

Gruppi di gara

Gruppo A: Angola (ANG), Egitto (EGY), Zambia (ZAM), Burkina Faso (BUR)
Gruppo B: Guinea (GUI), Algeria (ALG), Nigeria (NGR), Tunisia (TUN)

Ulteriori informazioni, inclusi i dettagli sulla copertura in diretta, saranno annunciate su feguihand.com e sulla pagina Facebook di KabackTV . 

Questo contenuto è solo per la consultazione!