LA GRECIA NON STA FERMA

Articolo pubblicato sul sito WEB dell’IHF il 14 febbraio 2022.

La Federazione ellenica di pallamano (OXE) ha ideato un nuovo programma triennale, fatto su misura per riportare la Grecia sui più grandi palcoscenici della pallamano mondiale.

Mentre la squadra femminile senior greca non è riuscita ad assicurarsi un posto all’IHF Women’s World Championship, partecipando solo ai Giochi Olimpici di Atene 2004 dove è arrivata 10a, la squadra maschile ha avuto un periodo di successo più o meno nello stesso periodo, guadagnandosi un sorprendente sesto posto al Campionato del mondo maschile IHF nel 2005.

Tuttavia, da quella prestazione, la Grecia non è riuscita a qualificarsi per un torneo importante e ha lottato per guadagnare terreno, nonostante abbia avuto successo a livello di club, dove l’AEK Athens HC si è assicurata la EHF European Cup Men nella stagione 2020/21, dopo aver perso la finale della EHF Challenge Cup Maschile nella stagione 2017/18.

Tuttavia, le ambizioni sono alte, come evidenziato dalla candidatura presentata per co-ospitare il Campionato del mondo IHF Men’s Junior (U21) nel 2023 insieme alla Germania. Con la Grecia che cerca di tornare al vertice, la OXE ha contattato l’IHF, con il docente della Commissione IHF di coaching e metodi, Guy Petitgirard, che ha dato una mano.

Nonostante la pandemia di COVID-19, la OXE, che questa settimana ha celebrato il 45° anniversario del primo evento di pallamano in Grecia, ha proseguito con un piano per riformare la pallamano greca. È stato votato a settembre 2021 dalle parti interessate in grado di riportare la Grecia in alto, compresi i club che stanno attivamente partecipando allo sviluppo dei giovani giocatori. Nasce così il programma di sviluppo della pallamano 2021-2024 in Grecia, che già in pochi mesi ha visto risultati interessanti.

Sotto la supervisione di Petitgirard, che ha studiato lo sviluppo della pallamano greca e ha creato il nuovo programma, due capi dello sviluppo, Giorgos Kranakis, come capo coordinatore per la Grecia meridionale, e Costas Alexiadis, come capo coordinatore per la Grecia settentrionale, hanno cercato di mettere in moto il tutto.

“La risposta della famiglia sportiva a questa nuova impresa è impressionante. Centinaia di bambini, il futuro dello sport, vengono valutati e verranno aiutati sul campo a realizzare i loro sogni nella pallamano. Già 500 giovani atleti partecipano alle squadre di selezione in tutta la Grecia”, ha affermato Konstantinos Gkandis, presidente della Federazione ellenica di pallamano.

Inizialmente, 500 giovani atleti sono stati selezionati per le categorie Under 13 e Under 14 e sono stati sottoposti a test di fitness, poi analizzati dal programma Greek Sport Excellence. Successivamente è stato creato un nuovo database per i giocatori, che include tutti i dati per i giocatori selezionati, misurando lo sviluppo degli atleti.

Verranno creati due nuovi centri di pallamano, uno per la Grecia settentrionale e l’altro per la Grecia meridionale, dove si uniranno i giocatori, al fine di aumentare il volume di allenamenti individuali mirati, al fine di sviluppare il proprio futuro. Secondo la OXE, i giocatori di 16 anni entreranno poi nei centri di allenamento, dove avranno sessioni di allenamento su misura per migliorare.

Questo è solo uno dei quattro pilastri che svilupperanno per la pallamano greca, secondo la OXE. Il programma ideato da Guy Petitgirard ha altri tre obiettivi principali, tra cui l’aumento del numero dei club che porterà successivamente all’aumento del numero dei giocatori di pallamano. Gli altri due stanno individuando giovani atleti con le capacità e le caratteristiche fisiche adeguate per la pallamano e il continuo miglioramento di quelli già selezionati.

Finora hanno aderito al programma 41 club di 22 città, con oltre 500 giocatori selezionati e monitorati. A dicembre 2021 oltre 390 giocatori hanno preso parte a tornei svolti in tre diverse città, Portaria Pelion, Aigio e Salamina, con più tornei in programma per marzo e aprile.

“Abbiamo investito nella riorganizzazione del movimento ellenico per avvicinare la pallamano greca all’élite mondiale in pochi anni. La collaborazione degli ultimi due anni con il consulente strategico francese, Guy Petitgirard, ha portato a un nuovo programma di sviluppo per questo sport”, ha concluso Gkandis.

Questo contenuto è solo per la consultazione!