WALKING HANDBALL

Articolo pubblicato sul sito WEB dell’IHF l’11 febbraio 2022.

La pallamano non smette mai di stupire con il suo livello frenetico e ad alta intensità, che attira fan da tutto il mondo verso le sue competizioni premium. Ma che dire di una versione ridotta di questo sport, senza contatto fisico e giocato a un ritmo più lento, disponibile per tutti?

Camminare giocando a pallamano significa divertirsi e continuare, comunque, a praticare lo sport amato da milioni di persone in tutto il mondo. Una forma modificata dell’originale gioco di pallamano, è stato reso adatto agli anziani, che possono mantenersi in forma e comunque esercitare, senza rischio di lesioni.

Lo sviluppo della pallamano a piedi è iniziato nei Paesi Bassi, un paese rinomato per la sua affinità con lo sport e il mantenimento della forma. Mentre il calcio e il ciclismo sono stati principalmente gli sport di riferimento nel paese, la pallamano è diventata sempre più popolare negli ultimi anni. Mentre la squadra senior femminile ha vinto l’IHF Women’s World Championship nel 2019, la squadra maschile è arrivata decima all’EHF EURO 2022, il miglior piazzamento di sempre nella competizione.

L’idea è nata da una collaborazione tra la Dutch Handball Association (NHV) e il Dutch National Elderly Fund; i due enti hanno unito le forze per creare un nuovo modo di fare sport. Anche un ex giocatore di linea che ha svolto il suo mestiere a livello di club per squadre olandesi e belghe, Leon van Schie, è stato contattato per aiutare ad attuare il piano.

“Gli sport di squadra che si praticano con la palla, come il calcio, la pallavolo e la pallamano, sono stati resi adatti agli anziani, cambiando le regole. Mi è stato chiesto se volevo unirmi alla squadra per sviluppare le regole per il “Walking Handball” e ho detto di sì.

“Per me la pallamano è lo sport più bello del mondo e mi piaceva giocare a pallamano nei miei primi anni e ho pensato di giocare a pallamano anche quando avevo 60 o 70 anni. Ho pensato anche ai miei genitori, che stavano sempre sugli spalti a tifare per me, ma non hanno mai avuto la possibilità di giocare a pallamano. Pertanto, è come una partita giocata in paradiso”, afferma van Schie a ihf.info.

Essere di nuovo bambini

Il progetto è decollato nel 2019 con OldStars, una squadra in cui persone di età compresa tra i 55 e gli 85 anni giocavano a pallamano camminando, con l’interesse che cresceva sempre di più, fino al punto in cui diverse squadre hanno creato squadre di Walking Handball nei Paesi Bassi, con tornei regolari giocati con regole create da van Schie.

Un altro ingrediente chiave per la crescente popolarità del Walking Handball nei Paesi Bassi è stata l’interazione sociale, che mancava anche prima che la pandemia di COVID-19 colpisse il mondo.

“Il ritmo della nostra vita è così veloce ora, tutti corrono per provare a fare qualcosa di veloce, quindi le interazioni sono state ridotte. C’è stato anche il “lock down” e le persone desideravano ardentemente essere parte di qualcosa, parte di una squadra. Pertanto, questo tipo di pallamano è importante perché unisce le persone, ma consente loro anche di mantenersi in salute e fare esercizio”, aggiunge van Schie.

Secondo l’ex giocatore di linea, quando consentito, gli allenamenti sono programmati una volta alla settimana, mentre alla fine della stessa ci sono amichevoli tra le squadre olandesi che hanno allestito squadre di Walking Handball.

Non ci sono classifiche ufficiali, nessun risultato tra le squadre, nessuna competizione agonistica, solo la bellezza di allenarsi e creare nuove amicizie sul campo di pallamano, con uno sport che può portare solo benefici agli anziani.

L’accoglienza del gioco è stata sorprendente, con gli olandesi anziani che si sono riversati a giocare a Walking Handball. Secondo i dati presentati, il giocatore più anziano ha ora 85 anni, mentre anche le persone di 52, 53 o 54 anni stanno cercando di appassionarsi sempre di più a questo sport.

“Dopo le partite, ci sediamo tutti insieme e condividiamo un caffè, parliamo delle novità, di quello che è successo nell’ultima settimana, delle famiglie e di altri argomenti. Si crea un legame tra le persone e questo avviene attraverso la pallamano. 

“L’accoglienza è stata fantastica per il Walking Handball, non ci aspettavamo che lo sport venisse abbracciato così rapidamente. Quando sono in campo, sembrano di nuovo dei bambini, si divertono così tanto e fanno tutti i tipi di giochi, con le basi della pallamano”, afferma van Schie.

Quali sono i risultati del Walking Handball nei Paesi Bassi? Abbastanza bene, secondo van Schie. Quando il progetto è iniziato, sono entrate solo cinque persone. La popolarità è aumentata vertiginosamente, poiché ora ci sono più di 30 club che offrono Walking Handball, con gruppi da 10 a 20 persone per squadra. Il 70% di loro non aveva alcun legame con la pallamano prima di iniziare questo sport.

“Sta davvero crescendo e questo significa che stiamo facendo un buon lavoro. La cosa più felice per noi è vedere le persone giocare a pallamano che camminano sentirsi meglio e sorridere in campo. Ciò significa che va tutto bene”, conclude van Schie.

Questo contenuto è solo per la consultazione!