UNA NOTIZIA PER LA NAZIONALE ITALIANA

Articolo pubblicato sul sito WEB “delo.si” il 10 febbraio 2022.

Zorman guiderà gli sloveni per i Mondiali e per Parigi 2024

Il nuovo selezionatore dei giocatori di pallamano sloveni è Uroš Zorman, che ha sostituito Ljubomir Vranješ. L’inizio delle qualificazioni ai Mondiali di marzo contro l’Italia.

Poco più di un mese prima dell’inizio delle qualificazioni ai Mondiali del 2023, la squadra di pallamano maschile slovena ha ricevuto la notizia di avere un nuovo allenatore. Il Consiglio Federale della federazione slovena (RZS) ha dato il via libera all’atteso candidato: Uroš Zorman.

Dopo il fallimento nel Campionato Europeo di gennaio, in cui la Slovenia ha ottenuto la peggior classifica con il 16° posto, la federazione ha espresso sfiducia a Ljubomir Vranješ. Non c’era molto tempo per nominare il suo successore. Vale a dire, gli sloveni devono preparare l’inizio delle qualificazioni ai Mondiali in Svezia e Polonia a metà marzo. La prima concorrente sarà l’Italia (16 e 19 marzo), se gli sloveni vinceranno in due gare, la seconda fase prevederà la doppia sfida con la Serbia, prima in Slovenia, il 13 aprile, poi in Serbia (il 16 aprile) per la gara di ritorno.

Zorman è diventato il dodicesimo selezionatore della Slovenia indipendente. È stato preceduto da Tone Tiselj (due volte), Miro Požun (due volte), Slavko Ivezič  (due volte), Leopold Jeras, Matjaž Tominec, Niko Markovič, Kasim Kamenica, Zvonimir Serdarušić, Boris Denič, Veselin Vujović e Ljubomir Vranješ .

Alla fine Zorman è stato assistente di Vujović e per qualche tempo anche di Vranješ. In precedenza, ha collaborato con Talant Dušebajev a Kielce.

Se la Slovenia avrà successo nelle qualificazioni ai Mondiali, a gennaio prenderà parte a un importante torneo in Svezia e Polonia, inseguendo i posti che porteranno alle qualificazioni per i Giochi Olimpici del 2024 a Parigi.

Doppio ruolo, resta con Trimo

Zorman è il detentore del record di presenze con la nazionale, collezionando 225 partite. Ne è stato il capitano per molto tempo. Ha vinto una medaglia d’argento ai Campionati Europei nazionali nel 2004, due volte (2004, 2016) ha gareggiato ai Giochi Olimpici. Nella sua carriera da club ha vinto quattro volte la Champions League con tre squadre (Celje PL, Ciudad Real, Kielce).

Ora è l’allenatore di Trimo, con il quale sta inseguendo il suo primo titolo nella lega NLB. Sabato lo attende il derby di Gorenje, ma la disputa della partita potrebbe essere in discussione a causa di infezioni e infortuni nella sua squadra. A Trebnje, anche il 42enne di Lubiana dovrebbe continuare a lavorare e quindi svolgere una doppia funzione.

Come candidati c’erano anche Tamše, Denič, Pajovič

La commissione di esperti della federazione ha parlato anche con Branko Tamšet, che ha vinto sette titoli nazionali con Gorenje e Celje PL, ma non ha ancora deciso su di lui. In partita c’era anche l’ex allenatore Denic, che ha concluso la storia sulla panchina kuwaitiana. L’ex allenatore della nazionale austriaca ed ex giocatore della nazionale slovena, Aleš Pajovič, è stato chiamato a Graz .

L’allenatore del Gorenje, Zoran Jovičić, che ha vinto la 1a SRL l’anno scorso, e l’allenatore di Gerusalemme, Sašo Prapotnik, che ha portato la nazionale giovanile alla medaglia d’oro agli Europei 2018, non sarebbero stati consultati, anche se alcuni li hanno menzionati tra i candidati.

Non si sa ancora chi Zorman sceglierà come assistente e con chi formerà il suo staff professionale.

Questo contenuto è solo per la consultazione!