“I NORVEGESI NON SANNO ACCETTARE LA SCONFITTA”

Articolo pubblicato sul sito WEB “matchtv.ru” il 9 febbraio 2022.

Il presidente della Federazione russa di pallamano (FGR) Sergey Shishkarev ha detto a Match TV di essere solidale con la presidente della Federazione russa di sci (FLGR) Elena Vyalbe, che ha annunciato il boicottaggio dei giornalisti norvegesi.

Dopo la vittoria del russo Alexander Bolshunov nello skiathlon, il giornalista norvegese della NRK, Jan Petter Saltvedt, ha scritto che lo sciatore e altri atleti russi non dovrebbero essere alle Olimpiadi di Pechino. Più tardi, Denis Spitsov, fondista russo arrivato secondo, ha affermato che il ragionamento dei norvegesi è una provocazione e che era stupido sospettare che gli atleti russi fossero dopati. Vyalbe ha dichiarato mercoledì che non avrebbe più rilasciato interviste ai giornalisti norvegesi e ha dichiarato il loro boicottaggio.

La Norvegia è una nazione strana. Non sanno perdere e accusare il colpo. A quanto pare, sono abituati a lavorare sui palloni puliti, come si dice nel calcio. Ma ciò non accade. La Russia è già stata punita molto severamente per tutte le affermazioni fatte in precedenza sul doping, anche in modo super rigido, credo. Non puoi punire due volte una persona, un’organizzazione, un paese per la stessa cosa. E anche gli atleti puliti. L’atteggiamento dei media norvegesi è assolutamente di parte. Sono assolutamente solidale con la mia collega, la Presidente della Federazione Russa di Sci, Elena Vyalba, la sostengo in questo. 

Si devono pentire per il loro comportamento. Invece di pensare a come vincere la prossima volta, trovano argomenti così antiquati e coperti di muschio che non puoi cucire con nulla”, ha detto Shishkarev a Match TV.

Hai anche un rapporto speciale con i giornalisti norvegesi.

– E’ accaduto un fatto vilmente organizzato dai norvegesi ai Campionati Europei femminili 2020. Le restrizioni Covid erano già in vigore allora. Il segretario generale della nostra federazione, Denis Bogomolov, dopo la partita della nostra squadra, si è avvicinato alla linea di divisione delle zone speciali nella sala e l’allenatore della nostra squadra, Ambros Martin, ha allungato la mano in modo abbastanza meccanico per salutare. Non si sono stretti la mano, ma si sono toccati pugno a pugno, come ora è consuetudine. Appena si è scoperta la cosa (i media norvegesi erano nelle vicinanze), qualcuno ha filmato il tutto e poi ne hanno fatto un enorme scandalo per l’intero campionato europeo. Si sono lamentati di noi con la Federazione Europea e hanno chiesto di rimuovere immediatamente la squadra russa dalla partecipazione alla competizione. Di conseguenza, il nostro team ha ricevuto un’ammonizione.

Poi, durante lo stesso torneo, si sono lamentati di noi per il fatto che le nostre atlete si riunivano durante il loro giorno libero e facevano qualcosa di iregolare, in generale, comunicavano, si divertivano. La nostra squadra era sana, non ha violato le condizioni della “bolla”, tutti i test sono risultati negativi per le ragazze. La Federazione europea ha reagito con umorismo a questo. Tutto ciò indica che non ci fosse alcun motivo per prendere in considerazione la vicenda.

Questo contenuto è solo per la consultazione!