BRAZIL!

Articolo pubblicato sul sito WEB dell’IHF il 31 gennaio 2022.

Marcus Oliveira ha guidato la squadra brasiliana, al debutto nel campionato maschile della Confederazione di pallamano del Sud e Centro America (SCAHC), con una vittoria per 20:17 sull’Argentina nella finale giocata sabato (29 gennaio) a Recife, in Brasile.

Con il titolo, l’allenatore Oliveira ei suoi giocatori riaffermano la loro autorità regionale dopo essere stati senza vittorie finali dal 2016, quando hanno vinto l’ex titolo del campionato panamericano PATHF. L’edizione finale di quel campionato confederale è stata vinta dall’Argentina nel 2018 e l’edizione di debutto dell’allora neonata SCAHC – nota come COSCABAL in spagnolo – è stata vinta anche dall’Argentina, nel 2020.

Per il Brasile, le aspettative in casa erano forti per vincere la medaglia d’oro e lo hanno fatto, assicurandosi una vittoria con tre gol al Ginásio Geraldão, nonostante un punteggio di 10:10 nell’intervallo. L’Argentina aveva iniziato il secondo tempo alla grande, andando in vantaggio di 12:10, ma poi non è riuscita a segnare per i successivi 11 minuti consentendo ai padroni di casa di rientrare e andare in vantaggio di 14:12.

Tuttavia, l’Argentina è tornata di nuovo, segnando quattro gol senza repliche, per andare poi negli ultimi 10 minuti con due gol di vantaggio (16:14). Quando la partita è entrata negli ultimi due minuti è stata serrata, ma il portiere brasiliano Rangel da Rosa, che aveva già effettuato una serie di parate impressionanti, ha fermato tre “palloni impossibili” – secondo il sito web della Confederazione Brasiliana di Pallamano – per assicurarsi che la sua squadra prendesse gli onori della vittoria. Ha concluso con una percentuale di parate del 45%.

Dopo la conclusione della partita Rogerio Moraes è stato proclamato come miglior giocatore della partita, ma il giocatore di linea dell’SL Benfica ha prontamente chiamato da Rosa e gli ha consegnato il premio in riconoscimento delle sue imprese, con il portiere che sapeva cosa significa giocare un campionato in casa dopo aver militato nelle fila del Brasile al Campionato del mondo 2015 IHF Men’s Junior (U21) .

Con la vittoria in finale, gli oro e verde hanno vinto tutte e cinque le partite a Recife, contro Paraguay (46:19), Costa Rica (49:13) e Cile (31:22) nel turno preliminare e contro l’Uruguay in la semifinale (48:20), grazie ai sette gol di Leonardo Dutra.

Un’Argentina dal nuovo look, guidata dall’allenatore Guillermo Milano nel suo primo campionato da allenatore della nazionale dopo la partenza di Manolo Cadenas, è rimasta delusa, ma aveva già confermato il proprio posto al Campionato del mondo IHF maschile 2023 dopo un piazzamento tra i primi quattro; 14esima apparizione consecutiva a quel livello dal loro debutto in Giappone nel 1997.

“È stato un torneo in cui abbiamo potuto vedere giovani giocatori che presto dovranno difendere questa squadra”, ha detto il portiere dell’Argentina e del Barça, Leonel Maciel, a HandballArgentina.com dopo la partita. “È il nostro primo torneo di questo ciclo e sappiamo che il grande obiettivo è qualificarci per Parigi 2024, quindi dobbiamo andare piano piano”.

L’Argentina era arrivata in finale con una vittoria in semifinale per 36:24 sul Cile, nonostante i 10 gol del cileno Erwin Feuchtmann. La sua squadra avrebbe poi sconfitto l’Uruguay 29:21 conquistando il bronzo grazie al miglior giocatore della partita, Rodrigo Salinas, che ha segnato sei gol. Il Paraguay ha sconfitto il Costa Rica 26:21 per finire quinto.

L’ultima giornata ha visto anche l’All-star Team nominato con giocatori brasiliani e argentini che costituivano la maggior parte della rosa:

Portiere: Leonel Maciel (Argentina)
Ala sinistra: Ignacio Pizarro (Argentina)
Ala destra: Rudolph Hackbarth (Brasile)
Difensore centrale: Joao da Silva (Brasile)
Giocatore di linea: Rogerio Moraes (Brasile ) Difensore: Rodrigo Salinas (Cile)
Difensore: James Parker (Argentina)
MVP: Thiago Petrus (Brasile)
Capocannoniere: Erwin Feuchtmann (Cile) 43 gol – cinque partite

La “All Star Team” del campionato maschile della Confederazione di pallamano del Sud e Centro America (SCAHC)

Con le loro prime quattro posizioni in classifica Brasile, Argentina, Cile e Uruguay hanno confermato la loro qualificazione diretta per il 28° Campionato del mondo maschile IHF, che si terrà in Polonia e Svezia nel gennaio 2023. La Colombia ha dovuto annullare la sua apparizione a causa di una serie di casi COVID-19 all’interno della loro squadra durante il periodo di preparazione prima di recarsi in Brasile.

Oltre all’azione in campo, la SCAHC ha organizzato una serie di attività fuori dal campo, comprese analisi tecniche prima delle partite per aiutare a preparare gli arbitri, seminari teorici e di osservazione gestiti dalla Commissione per lo sviluppo della SCAHC in collaborazione con la Confederazione brasiliana di pallamano (CBHb ) con 25 partecipanti provenienti da più di 10 stati del Brasile e guidato dal Direttore tecnico SCAHC Diego Soto, un incontro di tutti e sette i presidenti delle nazioni partecipanti per discutere del campionato stesso e dello sviluppo in corso della pallamano nella regione, oltre a una tre giorni di corso tecnico/tattico frequentato da oltre 20 allenatori.

CLASSIFICA FINALE

1. Brasile*
2. Argentina*
3. Cile*
4. Uruguay*
5. Paraguay
6. Costa Rica
7. Bolivia

*Qualificata per il Campionato del mondo maschile IHF 2023 in Polonia e Svezia

Questo contenuto è solo per la consultazione!