EHF EURO 2022: CRITICHE ALLA GESTIONE DELLA SITUAZIONE PANDEMICA

Articolo pubblicato sul sito WEB “HandballWorld” il 15 gennaio 2022.

La leadership della Federazione tedesca di pallamano (DHB) vede in modo critico e con grande scetticismo le diverse misure di contrasto al coronavirus ai Campionati europei in Slovacchia e Ungheria. Mentre i palazzetti ungheresi possono essere completamente utilizzati dagli spettatori, in Slovacchia è consentito solo il 25 percento della capacità degli impianti di gioco.

“Sono davvero curioso di sapere come continuerà questo torneo considerato che a Budapest ci sono 20.000 persone e nessuno indossa una mascherina”, ha detto sabato a Bratislava l’allenatore della nazionale Alfred Gislason. “Siamo tutti testati ogni giorno e sembra che sia fatto molto, molto bene qui. Ma da laggiù arrivano notizie che la situazione è un po’ diversa”.

La selezione DHB ha giocato contro la Bielorussia (33:29) la prima gara del turno preliminare agli Europei, nella capitale slovacca, venerdì sera, davanti a poco più di 1200 spettatori. Il giorno prima c’erano più di 20.000 tifosi nel palazzo dello sport per la partita dell’Ungheria contro l’Olanda a Budapest.

“Qui abbiamo esattamente gli standard che conosciamo nella nostra repubblica”, ha affermato il direttore sportivo del DHB, Axel Kromer, elogiando le condizioni esistenti a Bratislava. “Per me andrebbe bene se in Ungheria fosse come qui. Anche se l’umore alto in Ungheria è ovviamente una buona pubblicità per la pallamano. Ma farlo a spese delle infezioni non è nel nostro interesse”.


Questo contenuto è solo per la consultazione!