LANDIN E HANSEN:”SETTE METRI IRREGOLARE”

Articolo pubblicato sul sito WEB “sport.tv2.dk” il 5 gennaio 2022.

Gli arbitri sono stati elogiati per la loro prestazione durante il quarto di finale della Coppa del Mondo tra Danimarca ed Egitto, ma due campioni del mondo hanno ripreso a commentare un errore significativo.

Raramente due giudici sono stati così tanto straordinari e schierati con decisioni così decisive come è stato il caso degli arbitri croati Matija Gubica e Boris Milosevic; la gara in questione è Danimarca-Egitto, le due squadre si sono incontrate nei quarti di finale della Coppa del Mondo all’inizio dello scorso anno.

E sebbene la coppia arbitrale, dopo la partita, sia stata acclamata per aver fatto una prestazione di livello mondiale, è stato commesso anche un errore significativo. Secondo Magnus Landin e Mikkel Hansen, l’errore è stato a un livello che descrivono rispettivamente come “imbarazzante” e “scandaloso”.

Questo è ciò che dicono le due “star” della squadra nazionale danese nel nuovo documentario di TV 2 SPORT ‘The World’s Wildest Handball Match’, dove, insieme a molti altri personaggi principali, aiutano a vedere e raccontare il dramma. Un dramma sportivo riguardante la pallamano e in cui i tiri di rigore hanno finito per giocare un ruolo importante.

“Come può l’arbitro sbagliare in questo modo?”

Tuttavia, uno dei tiri da sette metri non avrebbe mai dovuto essere convalidato. Al termine del primo tempo supplementare, l’egiziano Mohammad Sanad ha pareggiato con un gol che doveva essere annullato.

– Allora…, esordisce Mikkel Hansen, che rivisita il momento quasi un anno dopo; prima di appoggiarsi allo schienale del divano, si prende la testa e aggiunge:

– È completamente scandaloso … Come puoi mancare di notare questa cosa in quanto arbitro? Bene, il tempo è passato. È tutto quello che devono ammettere è che hanno sbagliato. Tutto ciò è assolutamente folle.

Pertanto, i quarti di finale della Coppa del Mondo non avrebbero mai dovuto raggiungere i tempi supplementari, poiché la Danimarca avrebbe avuto un tiro di punizione a favore se gli arbitri avessero notato la scorrettezza. E a quel punto, il tempo era scaduto.

Landin: “E’ imbarazzante”

Anche a Kiel, dove TV 2 SPORT ha fatto visita ai due fratelli Landin, Niklas e Magnus, per rivedere la partita, suscita indignazione assistere all’episodio in questione.

– Il tiro da sette metri non avrebbe dovuto essere convalidato, esclama Magnus Landin.

– Beh, è ​​davvero un episodio violento. Quando lo vedo al rallentatore, trovo la cosa imbarazzante, aggiunge, indicando lo schermo dove scorrono le immagini della TV.

– Non si è nemmeno accorto dell’errore nella foga della partita, dice il fratello maggiore Landin.

– Doveva guardare quando l’attaccante lancia il tiro di rigore. Dopotutto, un giudice deve guardare il tiratore e l’altro deve guardare la linea di porta. Non ci sono così tante cose da tenere d’occhio. Il tempo era appena scaduto.

I giudici hanno parlato della situazione

In fondo, però, sono tante altre le situazioni che sono state evidenziate prima del famoso tiro da sette metri, quando si è parlato della gara tra Danimarca e Egitto, e della prestazione arbitrale.

Ad esempio, la gestione della sostituzione errata dell’Egitto alla fine dei tempi regolamentari, il cartellino rosso di Mikkel Hansen per il fatto di aver buttato via la palla o dell’azione dell’Egitto realizzata per bloccare il tentativo di attacco di Mathias Gidsel all’ultimo secondo.

Tutti le decisioni sono state prese alla perfezione dai croati Matija Gubica e Boris Milosevic. Pertanto, gli arbitri della partita vivono anche con il fatto di aver trascurato l’esecuzione di un tiro di rigore eseguito in modo errato dall’Egitto.

– Abbiamo parlato un po’ di questo momento, e devo solo dire che se questo è il nostro più grande errore della partita, allora lo accetterò volentieri. Se stai fischiando in una situazione come questa, devi essere sicuro al 200 percento. Non al 100 percento, sicuro al 200 percento, dice Matija Gubica.

Il suo collega arbitro, Boris Milosevic, spiega inoltre che non è il tipo di situazione che è possibile rivedere in video durante la partita e che, tuttora, quando la rivede, è ancora in dubbio.

Questo contenuto è solo per la consultazione!