POST DI SPADAFORA

Post di Vincenzo Spadafora sulla pagina Facebook personale.

Oggi abbiamo approvato uno degli atti più importanti, il Bilancio dello Stato, che dovrebbe essere il riflesso dell’idea di Paese, di futuro, del Governo e del Parlamento per garantire agli italiani diritti e opportunità. Questa Legge contiene molte cose positive, alcune delle quali sono state volute con forza dal M5S e di cui possiamo essere orgogliosi. Come tutte le leggi di Bilancio contiene anche alcune norme discutibili e che riguardano gli interessi di pochi e non di molti. È così da sempre ed era illusorio pensare che il Governo Draghi segnasse una discontinuità sul metodo.
La brutta notizia però riguarda lo Sport:
la Sottosegretaria Vezzali, il 28 ottobre, definendolo un “giorno storico”, aveva annunciato l’inserimento proprio in Legge di Bilancio delle norme per l’insegnamento nella scuola primaria dell’educazione motoria. Purtroppo non è così. O, meglio, la norma c’è ma non ci sono i fondi e quindi l’organico è invariato. Dunque, non ci saranno insegnanti in più, ma maestri e maestre in meno, creando, inoltre, un caos tra le figure che potranno essere abilitate all’insegnamento.

L’ulteriore brutta notizia è che per tutto il mondo dello Sport non ci sono nuove risorse significative ma solo qualche norma che non avrà quasi nessun impatto.

È evidente che l’insuccesso della Vezzali, soprattutto sull’insegnamento delle scienze motorie, è un insuccesso anche di tutto il Parlamento che non è riuscito a colmare il suo vuoto. Non me ne voglia ma ciascuno dovrebbe fare il suo mestiere e lei è la conferma che essere un grande campione sportivo non vuole assolutamente dire avere la capacità e l’esperienza per gestire un ufficio governativo, per battere i pugni, per far valere un peso politico che serve a tutelare gli interessi dello Sport.
Purtroppo la giornata storica è oggi e ce la ricorderemo tutti.

Questo contenuto è solo per la consultazione!