LEGION D’ONORE

Articolo pubblicato sul sito WEB dell’IHF il 21 settembre 2021.

Dopo aver vinto i tornei di pallamano maschile e femminile dei Giochi Olimpici di Tokyo 2020, i 30 giocatori che rappresentano le squadre francesi maschili e femminili ai Giochi sono stati insigniti dell’Ordine nazionale della Legion d’Onore dal presidente francese Emmanuel Macron durante una cerimonia al Palais de l’Élysée a Parigi la scorsa settimana.

La Legion d’Onore è il più alto ordine di merito francese, sia militare che civile, diviso in cinque gradi di distinzione crescente: Chevalier (Cavaliere), Officier (Ufficiale), Commandeur (Comandante), Grand officier (Grande Ufficiale) e Grand-croix (Gran Croce). Due dei giocatori già nominati Chevaliers, Luc Abalo e Michael Guigou, sono stati promossi al grado di Officier.

“La pallamano è uno sport in cui la Francia sta andando alla grande. Questo è chiaro e deve continuare a essere così”, ha detto Macron durante la cerimonia.

Guigou, che ha giocato 307 partite e segnato 1.021 gol, era già Cavaliere della Legion d’Onore, da quando ha vinto la medaglia d’oro alle Olimpiadi di Pechino 2008, proprio come Abalo. La 39enne ala sinistra è uno dei giocatori più titolati di sempre nella storia della pallamano, vincendo tre medaglie d’oro e una d’argento alle Olimpiadi, quattro medaglie d’oro e due di bronzo ai Campionati mondiali maschili IHF e tre medaglie d’oro e due di bronzo all’EHF EURO.

“E’ sempre speciale andare all’Eliseo, è un momento eccezionale. Quando sei invitato qui, è perché hai fatto davvero qualcosa di grande per il tuo paese. Ogni volta è un onore e dà ancora più valore al titolo che abbiamo appena vinto”, ha detto Guigou.

Abalo, che ha 37 anni, è stato anche nominato nella Legion d’Onore dal 2008 e si è unito a Guigou come uno dei più grandi di tutti i tempi, rispecchiando il medagliere del suo compagno di squadra, con l’eccezione di una medaglia d’oro al Campionato mondiale maschile IHF.

In totale, più di 150 medaglie di Tokyo 2020 dei Giochi Olimpici e Paralimpici hanno ricevuto la distinzione della Legion d’Onore. Nonostante questo risultato, il presidente francese Emmanuel Macron ha alzato l’asticella e ha sfidato gli atleti a ottenere risultati ancora migliori tra tre anni, quando a Parigi si svolgeranno i Giochi Olimpici e Paralimpici.

Nella squadra femminile, le cui giocatrici nazionali erano presenti alla cerimonia, tutte le atlete sono state nominate Chevalier, comprese veterane come Alisson Pineau, Alexandra Lacrabère e Amandine Leynaud, che giocano per le nazionali da quasi 20 anni.

“È un immenso onore e un immenso orgoglio essere qui, all’Eliseo, per la nostra medaglia d’oro olimpica. Sono emozionata, perché è la prima volta qui. Essere ringraziati e congratulati dallo stesso Presidente della Repubblica è forse qualcosa che non rivivrò. È un momento che rimarrà impresso nella mia memoria. Ho invitato mia madre e mio padre e penso che anche per loro sia un orgoglio”, ha dichiarato Coralie Lassource, capitano della nazionale femminile francese, al sito ufficiale della Federazione francese di pallamano.

Questo contenuto è solo per la consultazione!