TORNA, ‘STA CASA ASPETTA A TE!

Articolo pubblicato sul sito WEB “tv2.no” il 17 settembre 2021.

La squadra d’elite nella pallamano maschile di Trondheim, Kolstad, vuole costruire una squadra di alto livello. TV 2 sa che diversi atleti all’estero sono stati contattati. Tra questi ci sono i giocatori della nazionale norvegese.

– So che ci sono molte voci su di noi ora, e non posso dire nulla a riguardo. Ma il nostro sogno è portare a casa Sander Sagosen, afferma il direttore generale di Kolstad, Jostein Sivertsen, a TV 2.

– Abbiamo sogni, visioni e ambizioni. L’obiettivo è diventare il miglior club norvegese in campo maschile entro il 2024. Stiamo lavorando per questo e le misure saranno adottate di conseguenza.

Sander Sagosen è attualmente al suo secondo anno di contratto triennale con il top club tedesco Kiel. Il 26enne è andato all’estero nel 2014 ed è stato ad Aalborg per tre anni prima di passare altri tre anni al Paris Saint-Germain.

– È un pensiero audace e un sogno divertente. Vengo da Trondheim e ovviamente sarebbe stato un sogno, ma prima di allora molto deve essere fatto. Ho un contratto qui fino al 2023, ma nessuno sa cosa riserva il futuro. Sarebbe stato un sogno per tutti noi poter creare qualcosa di grande in Norvegia e con Kolstad per me sul suolo di Trøndelag, dice Sagosen a TV 2.

– Cosa ci vuole?

– Rispetto a dove sono nella mia carriera e dove sono ora come giocatore di pallamano, il campionato norvegese non è abbastanza per me. Vincerò la Champions ogni anno e poi devo essere in un club che ha le stesse mie ambizioni. Se si crea una squadra che è competitiva in Champions League, con tutti i mezzi, allora sarò felice di stare alla porta di Jostein e bussare.

Prima di questa stagione, il padre di Sander Sagosen, Erlend Sagosen, è stato portato nella squadra di allenatori del Kolstad – non per portare a casa suo figlio, ma con il desiderio di creare un nuovo Sander.

E Sagosen padre ha fissato obiettivi altissimi per la stagione: vincere i playoff per i quali Elverum ha un abbonamento fisso.

Ora il Kolstad ha avuto un inizio da incubo con tre sconfitte, ma le ambizioni nel club non sono diminuite.

– Abbiamo un piano a breve termine e un piano a lungo termine. Al momento, abbiamo investito molto sui giovani, spiega Jostein Sivertsen.

– Con atleti forti dall’estero?

– Non è stato firmato nulla. C’è molto lavoro da fare per un lungo periodo di tempo e c’è grande incertezza. Ma il sogno c’è, dice il direttore generale di Kolstad.

Si cercano più profili appartenenti alla squadra nazionale

L’esperto di pallamano di TV 2, Bent Svele, ha spiegato le cose che stanno succedendo nel club di Trondheim.

– Che Kolstad abbia iniziato la caccia al giocatore è molto più che una voce. Che vogliano tenere le carte nascoste vicino al petto non è una sorpresa, dice Svele.

– È lontano il desiderio di far firmare un contratto, ma sappiamo con un alto grado di certezza che i migliori giocatori sono stati contattati.

Tra questi, i giocatori della nazionale Magnus Abelvik Rød e Magnus Gullerud. I due stanno attualmente giocando per Flensburg e Magdeburgo in Bundesliga.

Ci saranno giocatori della nazionale norvegese e islandese nel blocco scelto da Kolstad.

– È un progetto molto eccitante e molto ambizioso che il club ha in cantiere. Richiederà somme enormi a un livello che non abbiamo mai visto prima nella pallamano dei club norvegesi, afferma Svele.

– Sarà interessante vedere se Kolstad riuscirà a raggiungere questo obiettivo. La chiave è riportare a casa Sander Sagosen.

L’allenatore della nazionale

Il manager della squadra nazionale Christian Berge, che è di Trondheim, sarà chiamato per un ruolo intorno alla squadra. Ma ha un contratto con l’associazione di pallamano fino a dopo il campionato del 2025, e l’associazione è in linea di principio contraria a soluzioni condivise.

Berge non vuole dire nulla a TV 2 sul caso, ma pensa che sia emozionante e ottimo per la pallamano norvegese che Kolstad voglia scommettere su questo progetto.

Le voci sono arrivate anche al segretario generale della Norwegian Handball Association, Erik Langerud.

– Sì, non sei il primo a dire certe cose, ma Berge sarà l’allenatore della nazionale per diversi anni a venire ed è una posizione condivisa al cento per cento. I dirigenti della nazionale possono contribuire ai club, ma non vogliamo una proliferazione di ruoli. Se un manager della nazionale vuole fare qualcos’altro prima della scadenza del contratto, dobbiamo discuterne, ma questo non è un argomento da trattare ora, dice Langerud.

– Non ci sono grossi problemi nell’associazione ora, dice Svele e aggiunge:

– Ma abbiamo chiare indicazioni che Kolstad è stato in contatto con l’associazione. Ciò dimostra che Kolstad lavora con grandi nomi per tutti i ruoli da occupare.

Questo contenuto è solo per la consultazione!