BASSO TASSO DI VACCINAZIONE NELLA BUNDESLIGA

Articolo pubblicato sul sito WEB “Handball World” il 5 settembre 2021.

La gara di apertura della stagione per la squadra Buxtehuder SV, è stata annullata. La partita in trasferta contro il VfL Oldenburg, prevista per domenica 16:30, è stata annullata in quanto tre giocatrici del VfL sono risultati positive al Corona Virus. “Finché i giocatori non vaccinati sono ancora coinvolti negli allenamenti e nelle partite nella maggior parte dei club, il rischio di ulteriori annullamenti è relativamente alto”, ha avvertito il BSV in un comunicato stampa di domenica. 

L’ufficio attività agonistiche non ha voluto correre rischi e ha ufficialmente comunicato che la gara non sarà disputata. Verrà riprogrammata per una data successiva. Il manager di BSV Peter Prior manifesta una certa comprensione per questa decisione.

L’allenatore Dirk Leun e la sua squadra, tuttavia, sono rimasti molto delusi e si sono chiesti: “Il VfL Oldenburg non avrebbe potuto gareggiare senza le tre giocatrici e con le sole atlete vaccinate?”

“Apparentemente le tre atlete colpite non erano completamente vaccinate, perché solo loro devono sottoporsi a un test PCR prima di ogni partita secondo i regolamenti HBF. Club come il Buxtehuder SV non devono più eseguire il test in questa stagione se tutti i giocatori, gli allenatori e gli arbitri sono al 100%. completamente vaccinati o guariti”, così il Buxtehuder SV nel suo comunicato stampa.

Secondo Buxtehude, finora solo una frazione dei club della 1a e 2a Bundesliga è stata completamente vaccinata, ma ciò può essere dovuto anche a giocatori di età inferiore ai 18 anni o a giocatori che hanno già ricevuto la prima o la seconda vaccinazione, ma con Il successivo tempo di attesa fino alla piena protezione vaccinale non ancora scaduto.

“In effetti, solo quattro club su 14 della Bundesliga femminile sono completamente vaccinati e solo sei club su 16 in seconda divisione”, ha affermato Buxtehuder SV nel suo comunicato stampa. Per il manager di BSV, Peter Prior, questa è una “grande delusione”.

“In estate abbiamo avuto abbastanza tempo per vaccinare tutti i giocatori, allenatori e supervisori. La scorsa stagione – come la Bundesliga e altri campionati professionistici – siamo stati assolutamente privilegiati e ci è stato permesso di giocare le nostre partite mentre molti sport, in Germania, erano bloccati. Noi abbiamo il dannato dovere di fungere da modelli quando si tratta di vaccinazione”, ha affermato il manager.

“È risaputo che le persone vaccinate possono essere infettate in rari casi, ma con una vaccinazione completa riduciamo i rischi e diamo il nostro contributo al contenimento della pandemia. Vorrei che gli altri club vaccinassero in modo più coerente e molto rapidamente”, ha affermato il direttore.

Questo contenuto è solo per la consultazione!