NIKOLA KARABATIC TORNA CON I BLUES

Articolo pubblicato sul sito WEB “L’Equipe” il 3 settembre 2021.

Nikola Karabatic (37), l’atleta della Francia, ha confermato all’allenatore Guillaume Gille di voler continuare la sua carriera internazionale.

A 37 anni l’idea è venuta a Nikola Karabatic, ovviamente, dopo il trionfo delle Olimpiadi di Tokyo: appendere la casacca azzurra su un’ultima medaglia d’oro, come i suoi vecchi compagni, Luc Abalo e Michaël Guigou, e il secondo portiere Yann Genty, che si sono tutti ritirati a livello internazionale. Ma la stella di Paris-SG (324 selezioni) vuole ancora e continuerà l’avventura con la squadra francese, salvo infortunio, almeno fino a Euro 2022 in Ungheria e Slovacchia (14-30 gennaio).

Secondo le nostre informazioni, il giocatore del Paris-SG ha confermato la sua disponibilità all’allenatore, Guillaume Gille, quando quest’ultimo lo ha chiamato dieci giorni fa. Una risposta che, a quanto pare, ha fatto molto piacere al tecnico.

“Due giocatori hanno annunciato, prima delle Olimpiadi, il loro ritiro internazionale, Michaël Guigou e Luc Abalo, prima che recentemente fosse il turno di Yann Genty. Tutti gli altri giocatori sono a disposizione della Francia», ha commentato laconicamente Gille.

Il secondo “assist man” dei Blues a Tokyo

Il maggiore dei fratelli Karabatic sta bene fisicamente, ma è reduce da un grave infortunio al ginocchio destro che gli aveva fatto saltare i Mondiali in Egitto dello scorso gennaio. A Tokyo è stato il quarto marcatore (22 gol in 8 partite) e il secondo nella classifica degli “aasist” (29) dei Blues. E si sente soddisfatto di essere in questo gruppo, come ha sottolineato a chi gli è vicino.

Se il tecnico lo chiamasse, cosa molto probabile, dovrebbe quindi essere presente a inizio novembre al prossimo raduno dei Blues, che giocheranno due partite di Golden League in Norvegia contro la Danimarca, paese ospitante dell’Euro di Gennaio.

Se i record di presenze in Nazionale (Jackson Richardson, 417) e gol (Jérôme Fernandez, 1463) sembrano ancora inaccessibili, Karabatic potrebbe, se i francesi venissero incoronati in Ungheria, battere quello degli ori internazionali (10) che attualmente condivide con Thierry Omeyer e Michael Guigou.

Alla scadenza del contratto con il PSG, si parla di proroga di un anno

Valuterà il resto in base ai suoi sentimenti e al proseguimento della sua carriera, mentre il suo contratto al PSG scadrà il prossimo giugno. Il club della capitale, dove gioca anche il fratello Luka, desidera mantenere la sua stella e il desiderio è reciproco.

È stata menzionata una proroga di un anno, ma non si sono ancora svolte discussioni formali. La posta in gioco ora riguarda più la sua riconversione. Nikola Karabatic non vuole diventare un allenatore e potrebbe invece passare a una carriera manageriale, come Thierry Omeyer, suo ex compagno di squadra ora general manager del PSG Handball. In particolare, ha intenzione di seguire la formazione per manager di club CDES a Limoges.

Questo contenuto è solo per la consultazione!