Articolo pubblicato sul sito WEB “Marca” il 24 agosto 2021.

Come i senior, le squadre inferiori maschili spagnole si assicurano i metalli nelle categorie U19 e U17.

Come per i successi estivi nel mondo della musica, da tempo immemorabile, l’arrivo della stagione estiva porta una costante anche nel mondo della pallamano . E questo non è altro che la moltitudine di medaglie raccolte dalle categorie inferiori delle squadre spagnole, soprattutto quelle maschili.

Se all’inizio di agosto gli ‘ispanici’ hanno conquistato il bronzo olimpico a Tokyo 2020, la squadra giovanile ha emulato i seniores finendo nel recente Campionato Europeo Under 19 in terza posizione . Un campionato dove hanno perso una sola partita , con scarto minimo, in semifinale contro la Germania, poi vincitrice del torneo.

Una squadra spagnola che ha mostrato un’enorme forza mentale e fiducia nel gruppo, con un carattere irriducibile come segno distintivo. Un tratto che imparano da ragazzini e che mantengono fino alle categorie assolute. Perché essere indietro in classifica non fa smettere di lottare fino alla fine, come hanno dimostrato contro la squadra tedesca o nella fase a gironi contro la Slovenia.

Una rosa senza grandi stelle ma con giocatori di 18 e 19 anni già presenti nei club dell’Asobal. La precaria situazione economica del campionato ha favorito il fatto che, negli ultimi cinque anni, le squadre abbiano dei giocatori provenienti dai loro settori giovanili. Tali sono i casi di Jan Gorri , Granollers, Antonio Martínez e Alex Lodos, Ademar, Gorka Nieto (Bidasoa) o Javier Rodríguez (Logroño).

La medaglia di bronzo per una squadra guidata da Javier Fernández e dal suo assistente Alex Mozas, e che stava disputando il suo primo torneo importante dopo che non è riuscita a disputare il Campionato Europeo U18 nel 2020 a causa della pandemia di Covid-19. Ma la cancellazione definitiva dei Mondiali Giovanili 2021 per questo stesso motivo, ha portato quest’anno alla celebrazione dell’Europeo, insolito per essere con annate dispari e con, al limite, i giocatori nati nel 2002 .

Un altro metallo, il 19esimo nella storia della base della pallamano maschile spagnola , che mostra ancora una volta la sorprendente buona salute di questo sport nel nostro Paese nonostante le poche risorse finanziarie rispetto ad altre discipline o il potenziale economico di altri paesi europei. Ma questo si spiega grazie al prezioso lavoro delle migliaia di tecnici anonimi di club e scuole comunali messo in campo per formare le promesse che finiranno di essere lucidate nelle squadre dell’Asobal o Silver Honor Division e nelle squadre inferiori.

“Abbiamo molto futuro davanti a noi. Abbiamo cercato di formare la migliore squadra possibile e in questi momenti ricordo tutte le persone che hanno contribuito a renderlo possibile; d’ora in poi devono continuare a lavorare sodo nei loro club e non dimenticare perché sono venuti qui”, ha detto ‘Jabato’ dopo il bronzo europeo giovanile . Una riflessione condivisa dal suo assistente Mozas:”Molto merito va alle società di formazione di questi ragazzi. È un lusso poter allenare questo talento”

Medaglie delle squadre maschili giovanili:

Under 19

Europei:

Oro 1994

argenti 1999, 2010

Bronzi 1992, 2014 e 2021

Mondo:

Argento 2011 e 2017

Bronzi 2013 e 2015

Under 17

Europei:

Oro 2012 e 2016

Argento 1996

Bronzi 2000 e 2014

Mondo:

Oro 2017

Argento 1987, 1989, 1995, 2001 e 2013

Questo contenuto è solo per la consultazione!