OLIMPIADI: MECCANISMO DELLE SOSTITUZIONI


Articolo pubblicato sul sito WEB “HandballFast” il 5 luglio 2021

È noto il meccanismo delle sostituzioni per le squadre di pallamano che prenderanno parte ai Giochi Olimpici di Tokyo.

La domanda di partecipazione finale delle squadre prevede 14 giocatori più un sostituto (“Giocatore alternativo – Alternative Player – Ap”).

Secondo l’accordo raggiunto dall’IHF e dal CIO, le squadre possono scegliere un sostituto prima di ogni partita, e non prima del torneo, come prima. Cioè, prima di ogni partita, gli allenatori hanno il diritto di inviare in riserva uno qualsiasi dei 14 atleti principali e dichiararlo “Ap”. Il numero di tali sostituzioni non è limitato. Il CIO sottolinea che questa misura è stata introdotta solo per i Giochi di Tokyo e non si applica alle successive Olimpiadi.

Inoltre, in caso di infortunio o altre circostanze, tutte le squadre possono:

  • sostituire un giocatore con uno qualsiasi inserito nella domanda preliminare (“lista di 28 atleti”) consegnata prima dei quarti di finale;
  • sostituire un portiere con un altro portiere incluso nella domanda estesa di Tokyo 2020 e nell’elenco di 28 atleti consegnato prima della finale.

Di norma, gli allenatori delle squadre nazionali determinano in anticipo i sostituti aggiuntivi alla lista “14 + 1”. Questi giocatori si recheranno a Tokyo con le loro squadre, ma alloggeranno fuori dal Villaggio Olimpico.

Questo contenuto è solo per la consultazione!