IL TRIBUNALE DELL’EHF SANZIONA IL DORTMUND


Articolo pubblicato sul sito WEB dell’EHF il 16 giugno 2021

La Corte di Pallamano EHF ha pubblicato la sua decisione nel procedimento disciplinare contro BV Borussia 09 Dortmund (GER).

Nei confronti del club tedesco è stata aperta una procedura a seguito della decisione di non recarsi a Nancy per disputare le partite di spareggio della DELO EHF Champions League 2020/21 contro il Metz Handball (FRA).

Una prima decisione in merito è stata emessa dal tribunale il 14 marzo 2021, per cui il risultato delle gare sarà considerato perso per il BV Borussia 09 Dortmund con 0:10 goal e 0:2 punti.

La Corte di pallamano ha concluso che il club è responsabile dell’annullamento di quelle partite e sarà sanzionato di conseguenza. Nonostante le argomentazioni avanzate dal club tedesco, il collegio ha deciso che l’esenzione per “forza maggiore” prevista dall’articolo 69 del Regolamento DELO EHF Champions League 2020/21 è irrilevante nel caso di specie, pertanto le sanzioni sono applicabili, e il club sarà sanzionato di conseguenza.

Tuttavia, la corte ha deciso di prendere in considerazione elementi come la mancata comunicazione da parte del club francese all’EHF dell’esito positivo del test di un giocatore, il timore dei giocatori del Dortmund di subire un nuovo periodo di autoisolamento nonché il fatto che il club non aveva precedenti disciplinari negativi come circostanze attenuanti per ridurre la sanzione applicabile. Il giudice ha precisato che tali elementi non possono esonerare il club tedesco dalle proprie responsabilità.

Pertanto, BV Borussia 09 Dortmund pagherà una multa di € 10.000 e rimborserà tutti i danni e i costi derivanti ai partecipanti, all’organizzatore, all’EHF e/o ai loro partner contrattuali su prova di tali danni e costi.

Entro 7 giorni è possibile presentare ricorso.

Questo contenuto è solo per la consultazione!