TOKYO 2020 E SPONSOR


Articolo pubblicato sul sito WEB “HandballFast” il 4 giugno 2021

Le aziende giapponesi che sponsorizzano le Olimpiadi di Tokyo hanno chiesto il rinvio delle competizioni, compresi i tornei di pallamano, di diversi mesi in modo che più persone possano partecipare agli eventi sportivi. Inizialmente, i Giochi avrebbero dovuto svolgersi la scorsa estate, ma a causa della pandemia le date sono state spostate nel periodo 23 luglio – 8 agosto 2021.

La comunità imprenditoriale giapponese è divisa sull’opportunità di tenere le Olimpiadi quest’anno, poiché l’incidenza del coronavirus nel paese rimane elevata e le vaccinazioni procedono lentamente. Al momento, solo 14 milioni di giapponesi hanno ricevuto una dose del vaccino, ovvero l’11% della popolazione del Paese.

Tra i principali oppositori dell’evento ci sono il fondatore del Gruppo SoftBank Masayoshi Son e l’amministratore delegato della società Internet Rakuten Hiroshi Mikitani, riferisce Interfax citando il Financial Times.

Gli sponsor dei Giochi Olimpici si sono trovati in una situazione imbarazzante, visto che oltre l’80% dei giapponesi è favorevole al rinvio o all’annullamento dell’evento. Un totale di 47 aziende giapponesi ha già speso più di 3 miliardi di dollari per le Olimpiadi.

Il Comitato Olimpico giapponese ha detto agli sponsor ad aprile che una decisione sull’ammissione o meno di visitatori alla competizione sarebbe stata presa all’ultimo momento, possibilmente il 24 giugno. Allo stesso tempo, molti degli sponsor hanno costruito le loro campagne di marketing attorno alle lotterie di biglietti gratuiti o promozioni, che prevedevano di realizzare direttamente nei luoghi olimpici. Ritengono che il rinvio dell’evento e l’ammissione degli spettatori consentirebbe loro di compensare parte dei costi.

In precedenza è stato riferito che il CIO intende organizzare le Olimpiadi a Tokyo, anche se lo stato di emergenza continuerà in Giappone.

Questo contenuto è solo per la consultazione!