“NON CONOSCO NESSUNO CHE SIA FELICE NELL’IHF”


Articolo pubblicato sul sito WEB “handbollskanalen.se” il 28 maggio 2021
Ramon Gallego si è dimesso come forma di protesta nei confronto del Presidente dell’IHF, Hassan Moustafa. Anche uno dei suoi colleghi, Tono Huelin, ha deciso ora di lasciare l’IHF. In un’importante intervista con Handbollskanalen, il docente IHF racconta, tra le altre cose, perché si è dimesso, com’è veramente lavorare per IHF e i metodi di Hassan Moustafa.

Jose Antonio “Tono” Huelin è, a dir poco, una persona esperta nel mondo della pallamano. Lo spagnolo è stato arbitro IHF per 21 stagioni, dal 1987 al 2008 quando ha concluso la sua carriera arbitrale arbitrando alle Olimpiadi di Pechino. Tono ha arbitrato in due Olimpiadi, tre Mondiali, quattro Europei e due finali di Champions League.

Dopo la sua carriera come arbitro, Huelin ha iniziato a fare il docente per gli altri arbitri dal 2009; quindi, appena un anno dopo aver terminato la sua carriera arbitrale, è diventato un docente con la qualifica “IHF Rules of the Game Lecturer”. Da allora, Huelin è stato un formatore e ha anche lavorato come delegato per l’IHF e l’EHF. Huelin è stato, tra le altre cose, osservatore arbitrale e delegato durante le Olimpiadi di Rio 2016 e la Coppa del Mondo in Egitto 2021.

Inoltre, Huelin è stato uno dei membri del “New Rules Working Group”, un gruppo che ha scritto e proposto nuove regole. Quel gruppo comprendeva anche Ramon Gallego come presidente: in altre parole, due membri su cinque si sono dimessi.

L’altro giorno si è scoperto che anche Tono Huelin si è dimesso e Handbollskanalen ovviamente lo ha contattato per sentire la sua versione riguardo a quello che era successo.

Handbollskanalen ha chiesto a Tono Huelin perché ha deciso di seguire il suo collega Ramon Gallego e di lasciare tutte le posizioni relative al consiglio di amministrazione della PRC.

  • Questa è stata una decisione facile per me, nonostante fossimo così vicini a Tokyo 2020. E il motivo era ovviamente in solidarietà con l’ultima mancanza di rispetto del presidente IHF nei confronti di Ramón, con questa decisione folle e capricciosa di escluderlo dal OOGG. Non è stato a causa di questo singolo fatto, c’erano molte altre interferenze prima, ma questa è stata quella che ha fatto traboccare il vaso.

Gallego e Huelin si conoscono da anni e ovviamente condividono molti valori.

  • L’unico modo per consentire agli arbitri di essere in grado di svolgere un buon lavoro nel loro compito già molto difficile è garantire la loro indipendenza dalle pressioni politiche. Così quando è stata presa la decisione del presidente IHF di escludere il leader degli arbitri dalla competizione più importante, ho deciso anche di non far più parte di questo ambiente inquinato.

Tono Huelin dice anche che Ramon e lui non sono i soli a decidere di smettere. Negli ultimi due giorni altre due persone hanno preso la stessa decisione.

Quanto della tua decisione ha avuto a che fare con la decisione di Ramon Gallego?

  • Direi che questa è stata una decisione presa nello stesso momento. Quando ha commentato la decisione dell’IHF, gli ho detto, Ramón è ora di lasciare questa barca. Ci sono certi limiti riguardo a ciò che può essere tollerato.
  • Non ho mai avuto un rapporto più stretto con il presidente come ha avuto Ramón, il presidente della PRC ha spesso incontri con lui, quindi personalmente non ho avuto esperienze simili, ma ho notato come tratta più volte le persone che lavorano per l’IHF e non è una bella esperienza.

Molto è stato detto nel corso degli anni su Hassan Moustafa e sui metodi dei presidenti IHF. Tono Huelin non esita a dire le cose come stanno.

  • Non conosco nessuno che sia felice quando c’è lui. Ha uno stile dittatoriale, e chi ha un’opinione diversa non può esprimerla per il rischio di essere “licenziato”.

Hassan Moustafa è diventato il presidente dell’IHF nel 2000 e apparentemente ha una salda presa sull’organizzazione. Tono Huelin vuole vedere un cambiamento nella leadership.

  • Ma è una responsabilità del Congresso.
  • Personalmente vorrei che venisse eletto chiunque altro con un altro profilo. L’IHF è un’organizzazione molto importante che merita un ammodernamento nelle strutture e nelle procedure.
Questo contenuto è solo per la consultazione!