31 CITTÀ GIAPPONESI ABBANDONANO TOKYO 2020


Articolo pubblicato sul sito WEB di “Kyodo News” il 12 maggio 2021

Almeno 31 comuni hanno annullato il programma “Città ospitante” delle Olimpiadi di Tokyo e delle Paralimpiadi per accogliere gli atleti stranieri in relazione ai campi di allenamento e agli scambi culturali prima dei Giochi, questo a causa delle preoccupazioni in merito al COVID-19; lo ha affermato una fonte del governo mercoledì.

La prefettura di Chiba, a est di Tokyo, a causa della preoccupazione riguardo alla sicurezza degli atleti, ha detto che la federazione di atletica leggera degli Stati Uniti non avrebbe tenuto un campo pre-olimpico in quella zona.

Anche Ono City nella prefettura di Fukui, nel Giappone centrale, ha annullato il suo programma “Città Ospitante” per la delegazione di Timor Est. La fonte del governo ha detto di aver iniziato a monitorare i governi locali che non parteciperanno come previsto.

Chiba aveva in programma di accogliere circa 120 membri della squadra di atletica statunitense dall’inizio di luglio e di fornire strutture per l’allenamento in tre città. Tuttavia, la notizia era nell’aria da quando l’annuncio del rinvio di un anno dei Giochi di Tokyo è stato fatto nel marzo 2020.

Anche la squadra britannica di basket in sedia a rotelle e la squadra russa di scherma non si alleneranno nella prefettura come previsto.

Il governo sta cercando di coprire le spese delle città ospitanti per le contromisure COVID-19 e ha preparato delle linee guida. Ma i comuni più piccoli hanno avuto problemi a garantire il personale necessario per il lavoro aggiuntivo, mentre un numero crescente di squadre estere si è ritirato da solo.

Alla fine di aprile, un totale di 528 comuni si erano registrati per accogliere atleti provenienti da 184 paesi e regioni in un programma unico nel suo genere per le Olimpiadi e le Paralimpiadi. Il governo chiede che le interazioni di queste comunità continuino online e con altri mezzi.

Questo contenuto è solo per la consultazione!