L’INARRESTABILE NANTES SCRIVE LA STORIA

Articolo pubblicato sul sito WEB della EHF il 9 maggio 2021.

Alla quinta stagione nelle competizioni europee, il Nantes Atlantique Handball è stato inarrestabile nelle finali EHF Women. Nella finale di domenica, si sono assicurati la seconda vittoria in altrettanti giorni, 36:31 contro Siófok KC, per sollevare il trofeo inaugurale della EHF European League Women.

Dopo un’imbattibilità di 17 partite nella competizione, Siófok KC ha perso la possibilità di diventare solo la seconda squadra in assoluto a difendere il trofeo della competizione europea di secondo livello, perdendo la prima partita dal 2019 in finale.

FINALE
Siófok KC (HUN) vs Nantes Atlantique Handball (FRA) 31:36 (13:17)

  • Incoraggiato dalla vittoria in semifinale contro il Baia Mare, 36:34, il Nantes ha ripreso da dove si era interrotto, approfittando ancora una volta dei gol del terzino sinistro Bruna de Paula e dell’ala destra Nathalie Hagman per arrivare a un vantaggio iniziale di 11: 6 dopo 17 minuti;
  • convertendo solo il 59% dei loro attacchi nel primo tempo e nonostante i due timeout chiamati dall’allenatore Zdravko Zovko, Siófok non è riuscito a trovare il ritmo ed è rimasto sotto di 17:13 all’intervallo;
  • sparando da tutte le posizioni in attacco, il Nantes è arrivato a ciò che si è rivelato un vantaggio inattaccabile, 26:19, dopo 39 minuti; l’esperienza di Siófok non ha potuto aiutare con un’altra rimonta, come ha fatto in semifinale contro la danese Herning-Ikast Håndbold;
  • Siófok ha rischiato tutto negli ultimi minuti, ma è riuscito a ridurre il divario solo a tre gol, cedendo a una sconfitta per 36:31 – la prima dopo un’imbattibilità di 17 partite nelle competizioni europee, con l’ultima sconfitta anche contro il Nantes, in fase di qualificazione 3 della EHF Cup 2019/20;
  • Nathalie Hagman ha segnato sette gol contro Siófok, terminando il torneo con 18 gol e diventando capocannoniere delle finali EHF femminili;
  • l’atleta del Nantes Bruna de Paula, che raggiungerà il Metz Handball questa estate, è stata nominata MVP delle finali EHF Women dopo aver segnato 14 gol questo fine settimana;
  • il Nantes è diventata la prima squadra francese a vincere la competizione europea di secondo livello, dopo che Dijon ha perso la finale della Coppa EHF femminile nel 1992/93, mentre il Metz ha perso la finale contro la squadra danese del Team Tvis Holstebro otto stagioni fa.

L’eccezionale Nantes è entrato nella storia della pallamano francese

Avrebbero potuto iniziare la EHF European League un po’ in sordina, ma che viaggio sensazionale è stato per il Nantes Atlantique Handball.

La stagione è iniziata lo scorso novembre, quando il Nantes ha affrontato la squadra rumena dell’SCM Gloria Buzau e ha ottenuto una vittoria complessiva per 44:43 nel terzo turno di qualificazione, dopo aver quasi abbandonato la fase a gironi nonostante la vittoria all’andata, 23:16.

Con una difesa forte, basata sulla disciplina francese, ma con un attacco ad alto numero di ottani, guidata dal terzino brasiliano Bruna de Paula, che ha segnato 60 gol in questa stagione, il Nantes ha stupito e impressionato per tutto il 2020/21, subendo solo due sconfitte.

Eppure hanno trovato il loro ritmo migliore esattamente quando contava, nelle finali EHF Women, dove hanno eliminato i padroni di casa CS Minaur Baia Mare e gli ultimi campioni della EHF Cup, Siófok KC. Il Nantes ha segnato 72 gol in due partite e ha dato prova di grande intelligenza e pura volontà: la ricetta perfetta per la vittoria.

Questo contenuto è solo per la consultazione!