TOKYO 2020: PETIZIONE POPOLARE

Articolo pubblicato sul sito WEB “kyodonews,net” il 7 maggio 2021

Una petizione online giapponese che chiedeva l’annullamento delle Olimpiadi di Tokyo di questa estate, ha ricevuto oltre 200.000 firme a un ritmo record, solo due giorni dopo il suo lancio, mentre i timori dell’opinione pubblica sulla pandemia di coronavirus crescono con la rapida diffusione di varianti altamente contagiose.

La petizione, indirizzata al Presidente del Comitato Olimpico Internazionale Thomas Bach, al Primo Ministro giapponese Yoshihide Suga e ad altri rappresentanti del comitato organizzatore, afferma che i giochi non dovrebbero essere tenuti per proteggere la vita delle persone durante la crisi sanitaria mondiale.

“Date le circostanze in cui ci troviamo, è certamente improbabile che le Olimpiadi di Tokyo possano svolgersi in sicurezza”, afferma la versione inglese della petizione di Change.org lanciata mercoledì a mezzogiorno dall’avvocato Kenji Utsunomiya, che ha corso più volte per il governatorato di Tokyo. .”La mancanza di risorse mediche di cui soffrono Tokyo e il resto del Giappone dovrebbe suggerire quanto i giochi causeranno pericolo e paura agli operatori sanitari, ai cittadini e ai partecipanti”, ha detto.

Secondo Change.org, la petizione anti-olimpica ha raccolto sostegno a un ritmo più veloce di qualsiasi altra da quando la versione giapponese della piattaforma è stata lanciata nel 2012.A meno di tre mesi dall’apertura delle Olimpiadi, Tokyo è stata sottoposta a un terzo stato di emergenza COVID-19 dalla fine di aprile; venerdì passato la misura è stata prorogata oltre la sua scadenza da martedì al 31 maggio nel tentativo di frenare le infezioni e alleviare la pressione sugli ospedali.

Utsunomiya ha detto su Twitter che aveva in programma di raccogliere tutte le firme prima della visita programmata di Bach in Giappone per una staffetta della torcia olimpica il 17 maggio e dell’incontro con Suga il giorno successivo.Ma ci si aspetta che continui la petizione fino alla revoca delle Olimpiadi, ha detto Change.org in un comunicato stampa.

In una conferenza stampa venerdì, Seiko Hashimoto, presidente del comitato organizzatore giapponese, ha detto che il viaggio di Bach nel paese ospitante è “molto difficile” nelle circostanze attuali.

“Penso che sia molto importante che il presidente Bach esamini la situazione attuale. Tuttavia, l’estensione dello stato di emergenza probabilmente gli causerà un enorme problema durante quel periodo”, ha detto.Bach e il comitato organizzatore giapponese hanno entrambi affermato che è possibile tenere le Olimpiadi e le Paralimpiadi in sicurezza. Ma i sondaggi dei media hanno costantemente dimostrato che la grande maggioranza delle persone in Giappone si oppone allo svolgimento dei giochi quest’estate causa il rinvio di un anno.

Il governatore di Tokyo Yuriko Koike e Sebastian Coe, presidente di World Athletics, hanno tenuto un incontro nella capitale giapponese, durante il quale hanno ribadito la loro collaborazione in vista delle Olimpiadi.Pur esprimendo comprensione per le persone in Giappone che sono preoccupate per il grande evento sportivo, Coe ha detto che continuerà a lavorare con la città ospitante in modo che i giochi possano dare speranza in questo momento difficile.

Coe, che ha guidato l’ente organizzatore delle Olimpiadi di Londra 2012, ha assistito a un evento di prova per la maratona mercoledì a Sapporo. All’epoca, Coe disse che la sua visita aveva lo scopo di mostrare il sostegno della sua organizzazione ai Giochi di Tokyo.

Venerdì pomeriggio ha anche tenuto colloqui con Hashimoto e il ministro delle Olimpiadi Tamayo Marukawa.Giovedì, il CIO ha dichiarato che fornirà agli atleti che parteciperanno alle Olimpiadi e alle Paralimpiadi dosi gratuite del vaccino COVID-19 sviluppato da Pfizer Inc. e BioNTech SE.

Nel frattempo, il lancio del vaccino in Giappone, che è stato criticato come troppo lento, è iniziato il mese scorso solo per le persone di età pari o superiore a 65 anni e sarà impossibile per gran parte del pubblico essere vaccinato entro l’inizio delle Olimpiadi il 23 luglio.

Si prevede che le Olimpiadi e le Paralimpiadi coinvolgeranno circa 15.000 atleti, che, in linea di principio, saranno testati quotidianamente per COVID-19 durante i giochi e saranno tenuti a seguire una serie di regole volte a prevenire la diffusione del virus.

Questo contenuto è solo per la consultazione!