GUAI A CHI CERCA LA CHIAVE DEL PARADISO ALL’INFERNO


Articolo pubblicato sul sito WEB “HandballFast” l’8 aprile 2021.

Secondo i resoconti dei media balcanici, “Zagabria” ha avanzato una proposta per sospendere il campionato croato a causa del coronavirus. La società del “Nexe” ha manifestato il suo completo disaccordo con questo invito e ora “Zagabria” ha formulato una risposta all’avversario.

“Vi informiamo che Zagabria non ha mai chiesto la fine del campionato, ma ha chiesto solo un rinvio fino a quando non si fossero create le normali condizioni epidemiologiche. In una situazione in cui 16 giocatori sono fuori dai giochi, è scorretto e antisportivo accusarci. Non si può giocare a discapito della salute dei giocatori; ci sembra che il posticipo della fine del campionato al 30 giugno, ammissibile per l’EHF, sia assolutamente logico.

Qualsiasi altra interpretazione – ad esempio che le partite saranno rinviate ad agosto, quando ci saranno giocatori più forti a “Zagabria” – la consideriamo inappropriata. Le decisioni non vengono prese a Zagabria o Nasice, ma nella Federazione croata di pallamano.

Ci sono problemi finanziari a Zagabria? In risposta a questo quesito, possiamo solo consigliare di studiare tutti i documenti finanziari di quest’anno, pubblicati sul sito web del nostro club, a differenza di “Nexe”, e assicurarsi che tutto sia in ordine.

E, infine, un vecchio saggio proverbio dice: “Guai a chi cerca la chiave del paradiso all’inferno””, ha detto un rappresentante del club di Zagabria durante una conferenza stampa ufficiale.

Questo contenuto è solo per la consultazione!