COMITATO ESECUTIVO EHF


Articolo pubblicato sul sito WEB della EHF il 26 marzo 2021.

Il Comitato Esecutivo dell’EHF si è riunito venerdì 26 marzo a Vienna.
È stata la prima riunione nel 2021, ma allo stesso tempo anche la penultima riunione prima che il nuovo Comitato Esecutivo venga eletto al prossimo Congresso EHF che si terrà il 23 e 24 aprile.

Il Comitato Esecutivo (EXEC) ha approvato le note della sua precedente riunione di dicembre a Herning, in Danimarca, tra le quali l’attuazione del EHF EURO U19 maschile. Inoltre, sono state fornite informazioni, rapporti e aggiornamenti da vari organismi EHF e gruppi di parti interessate.

Per quanto riguarda i documenti presentati, l’EXEC ha preso atto della contabilità finale per il 2020 e ha confermato le relazioni dei controllori della federazione e dei revisori esterni.

Ha preso atto del rapporto della direzione legale e di EHF Marketing ed è stato fornito un aggiornamento di marketing delle competizioni europee di pallamano in collaborazione con Infront e DAZN Group.

È stata discussa la situazione dell’Unità europea antidoping ed è stata approvata la possibilità di un approccio comune IHF/EHF nei confronti dell’Agenzia mondiale antidoping (WADA).

Le più recenti decisioni del Consiglio della IHF, inclusa una valutazione positiva del Campionato del Mondo in Egitto, sono state portate all’attenzione dell’EXEC.

Sono stati discussi in dettaglio i contributi di alcune parti in causar come il Nations Board, l’European Handball League Board, il Professional Handball Board, il Women’s Handball Board e il Forum Club Handball.

Diverse mozioni erano uscite dalle riunioni più recenti delle Commissioni Tecniche e sono state presentate, poiché l’EXEC aveva preso decisioni chiave per la pallamano per club e nazionali europee.

Uno di queste era che l’EXEC ha accettato che l’EHF si sarebbe avvicinata alla Federazione internazionale di pallamano per un adattamento dei regolamenti per gli agenti dei giocatori.

Questo contenuto è solo per la consultazione!