THOMAS BACH CONFERMATO PRESIDENTE DEL CIO


Articolo pubblicato sul sito WEB del CONI il 10 marzo 2021
Thomas Bach è il nuovo Presidente del Comitato Olimpico Internazionale. Lo ha eletto la 125esima sessione del CIO, in svolgimento a Buenos Aires. Il tedesco, oro nel fioretto a squadre ai Giochi di Montreal 1976, nato il 29 dicembre 1953 a Wurzburg, membro CIO dal 1991 e Vicepresidente dal 2000, è il primo olimpionico a diventare numero uno del Comitato Olimpico Internazionale. Ha superato la concorrenza di Sergey Bubka, Richard Carrion, Ser Miang Ng, Denis Oswald e Ching Kuo Wu.
Il Presidente del CONI, Giovanni Malagò, ha rilasciato la seguente dichiarazione. “Sono molto contento per l’elezione di Thomas Bach con cui vanto un eccellente rapporto personale. Me l’aspettavo, non sono assolutamente sorpreso. Sin dal primo giorno l’Italia ha sempre sostenuto la sua candidatura. Lo abbiamo appoggiato con forte convinzione e per questo siamo doppiamente felici. Oggi per il CIO si apre un nuova era. Dobbiamo dire grazie a Jacques Rogge per aver dato un’impronta significativa in questi anni al vertice dello sport mondiale, ma ora le sfide che attendono Bach saranno impegnative. Nei prossimi otto anni ci saranno molti argomenti che necessariamente dovranno essere oggetto di riflessione e possibili cambiamenti. Credo che Thomas, campione olimpico e manager di successo, sia l’uomo giusto al posto giusto per condurre il mondo a cinque cerchi in un’ottica a metà tra la tradizione della famiglia olimpica e l’innovazione necessaria nei tempi moderni”.
Bach è il nono Presidente nei 119 anni di storia del Comitato Olimpico Internazionale e raccoglie il testimone di Jacques Rogge, numero uno dal 2001, nominato Presidente Onorario. Questi i Presidenti nella storia del CIO: Demetrius Vikelas (1894-1896), Pierre de Coubertin (1896-1925), Henri De Baillet-Latour (1925-1942), J. Sigrid Edstrom (1946-1952), Avery Brundage (1952-1972), Lord Killanin (1972-1980), Juan Antonio Samaranch (1980-2001), Jacques Rogge (2001-2013). Bach resterà in carica per otto anni, con la possibilità di essere rieletto per altri 4 anni. “Voglio essere il presidente di tutti e cercherò di dare spazio a tutti gli interessi del movimento olimpico, dialogherò con tutti. La mia porta, le mie orecchie e il mio cuore sono aperti per tutti”, ha detto il nuovo numero uno.
Questo l’esito delle elezioni :
1ª votazione – Thomas Bach: 43; Richard Carrion: 23; Sergey Bubka: 8; Denis Oswald: 7; Ser Miang Ng: 6; Ching-kuo Wu: 6
Spareggio per gli ex-aequo – Ser Miang Ng : 56 ; Ching-Kuo Wu : 36
2ª votazione – Thomas Bach : 49; Richard Carrión : 29 ; Ser Miang Ng : 6 ; Denis Oswald : 5 ; Sergey Bubka : 4
La sessione si è chiusa con l’ingresso di Anita L. DeFrantz nell’Esecutivo e la nomina di John Coates come nuovo Vicepresidente.
Il CIO ha anche nominato 9 nuovi Membri: Octavian Morariu (Romania), Bernard Rajzman (Brasile), Mikaela Maria Antonia Cojuangco-Jaworski (Filippine), Alexander Zhukov (Russia), Paul Kibii Tergat (Kenya), Lawrence Probst III (Stati Uniti), Dagmawit Girmay Berhane (Etiopia), Camiel Eurlings (Olanda), Stefan Holm (Svezia). Salgono così a 112 i Membri che compongono la Sessione del CIO. Kevan Gosper e Lamine Diack, membri del CIO che alla fine del 2013 decadranno per raggiunti limiti di età, sono sati designati Membri Onorari.

Questo contenuto è solo per la consultazione!