Alfredo Quintana ha subito un arresto cardiorespiratorio


Articolo pubblicato sulla rivista WEB “RTP SPORT” il 22 febbraio 2021

Lunedì 22 febbraio, Alfredo Quintana, portiere dell’FC Porto e della nazionale di pallamano, ha subito un arresto cardiorespiratorio. Il 32enne nazionale portoghese si stava allenando con i suoi colleghi quando si è sentito male ed è stato immediatamente trasportato all’Hospital de São João a Porto.


In una dichiarazione sul sito ufficiale, l’FC Porto ha confermato la situazione e ha rivelato che il nazionale portoghese è stato assistito dall’INEM, ricoverato all’Hospital de São João.


“L’atleta di pallamano Alfredo Quintana ha subito durante gli allenamenti odierni un arresto cardiorespiratorio, essendo stato prontamente assistito con il supporto di un mezzo INEM. Una volta stabilizzato, è stato trasportato all’Hospital de São João, dove è ricoverato”.


Alfredo Quintana è nato a Cuba ma è in Portogallo da dieci anni e ha più di 70 presenze con la nazionale. La prognosi è molto riservata.
Articolo pubblicato sulla rivista WEB “A Bola” il 23 febbraio 2021
L’FC Porto aggiorna la situazione di Alfredo Quintana, portiere della squadra di pallamano che lunedì ha subito un arresto cardiorespiratorio in allenamento e, tramite la newsletter «Dragões Diário», aggiunge che il portiere è internato in terapia intensiva.


«Il pensiero di tutti va ad Alfredo Quintana, che ieri ha subito un arresto cardiorespiratorio mentre si preparava ad iniziare un altro allenamento alla Dragão Arena. Il portiere della squadra di pallamano è stato rianimato e stabilizzato sul posto e trasportato all’ospedale di São João, dove è internato nell’Unità di Terapia Intensiva. Di fronte a eventi come questo, tutto il resto perde importanza », afferma un comunicato del club.


Articolo pubblicato sulla rivista WEB “RTP SPORT” il 23 febbraio 2021

Il portiere della squadra di pallamano dell’FC Porto e della selezione del Portogallo, Alfredo Quintana, è ricoverato nell’ospedale stabile di São João ma in coma indotto.

Il portoghese-cubano è intubato e ha una prognosi riservata, le prime 24 ore sono decisive.

Secondo le informazioni raccolte da fonti all’Hospital de São João, dove il giocatore è nell’Unità di Terapia Intensiva, il numero 1, che è in coma indotto, presenta una situazione clinica grave ma stabile con prognosi riservata.

Quintana, che compirà 33 anni il 20 marzo, è nato a L’Avana, Cuba, dopo essere entrato nell’FC Porto nel 2010, diventando il grande riferimento del club nell’ultimo decennio.

L’atleta di 2,01 metri è diventato cittadino portoghese ed è diventato internazionale nel 2014, tramite l’allenatore Rolando Freitas. Il portoghese-cubano faceva parte della squadra portoghese di pallamano che ha conquistato il 10° posto nella Coppa del Mondo che si è svolta quest’anno in Egitto, il miglior risultato di sempre.

La federazione di pallamano portoghese, club come il Benfica e lo Sporting, e diversi colleghi professionisti hanno già espresso il loro sostegno a Quintana.

Questo contenuto è solo per la consultazione!