L’IRA DI XAVI PASCUAL


Articolo apparso sul quotidiano MARCA il giorno 16 febbraio 2021


L’allenatore del Barça, Xavi Pascual, prima della partita di domani (n.d.r. oggi, 20:45) al Palau Blaugrana contro l’ HBC Nantes, si è lamentato del cambiamento del regolamento della Federazione Europea (EHF), che impone al primo classificato di ogni gruppo di giocare gli ottavi di finale da cui il Barça era inizialmente esonerato. “Se hanno preso questa decisione è perché credevano fosse la migliore, ma non credo sia il momento ideale. Se l’avessero fatto alla fine dei Mondiali in Egitto, avrebbero impedito a qualche club di dover giocare alcune partite che hanno significato un peso e degli infortuni significativi per alcuni giocatori”, ha lamentato. In questo senso Pascual ha ricordato che la pallamano, come il resto del mondo, è “in una situazione di pandemia” e dobbiamo esserne consapevoli: “Si tratta di cose che, a volte, si discostano dalla realtà o dall’immaginario”. “Se guardiamo alla scorsa stagione, abbiamo giocato le Final Four senza giocare nei quarti di finale a causa di una decisione che ha preso sempre l’EHF, ed era una situazione difficile. In questa stagione ne hanno presa un’altra e, a volte, si danno benefici e in altri casi si fanno danni”, ha aggiunto.
Pascual è sorpreso perché “riguardo al tema delle Final Four dello scorso anno era chiaro che la prima parte della competizione era stata completata. Ma in questo caso, non è stata completata prima di essere stata dichiarata conclusa, e questo è ciò che mi sorprende, perché ha costretto alcune squadre a giocare in maniera eccessiva, con il rischio di tanti infortuni ”. In ogni caso, per Xavi Pascual è chiaro che la sua priorità in questo momento è “recuperare i giocatori infortunati” e continuare a dosare i suoi uomini il più possibile in modo che non ci sia un ulteriore affaticamento. “Abbiamo ancora partite di Liga ASOBAL, dove vogliamo continuare a competere, e la Copa del Rey, che è un altro titolo e vogliamo avere la migliore squadra disponibile”, ha ricordato. Per questo ha annunciato che domani non farà giocare atleti importanti contro il Nantes. “Per loro la partita è importante e noi abbiamo nelle gambe più partite di loro. Questo ci farà prendere decisioni che altrimenti non prenderemmo”, ha concluso.

Questo contenuto è solo per la consultazione!