Il Belgio non giocherà le qualificazioni dell’EHF EURO 2022 maschile


Articolo pubblicato sulla rivista WEB “Handball Planet” il 5 febbraio 2021


Giovedì la Federazione belga di pallamano ha informato la Federazione europea che non parteciperà alle tre partite in programma a marzo in quanto gare di qualificazione al campionato europeo. La crisi sanitaria incombente, la mancanza di un sistema nazionale semiprofessionistico e/o professionistico e il periodo di preparazione troppo breve con il rischio di infortuni, sono le cause principali della rinuncia. La conseguente decisione, dal punto di vista sportivo, è che la campagna di qualificazione al Campionato Europeo 2022 è terminata prima che ha avuto inizio e che i Lupi Rossi dovranno giocare due partite al Preliminary Round nel gennaio 2022 per partecipare alle qualificazioni al Campionato Europeo 2024.

Finora il 2021 non è l’anno dei Lupi Rossi. Dopo che la pallamano è stata rimossa dalla lista dei migliori sport poche settimane fa, la squadra nazionale ora deve affrontare un secondo sacrificio. “Con molto rammarico nel nostro cuore, abbiamo dovuto informare l’EHF che dobbiamo rinunciare alle previste qualificazioni agli Europei a marzo”, afferma il presidente nazionale Jean-François Hannosset. “Abbiamo tentato a lungo di ottenere un rinvio, ma comprendiamo anche che l’EHF debba tener conto del calendario stilato e voglia chiarezza. I Lupi Rossi non giocheranno più le qualificazioni agli Europei quest’anno. La decisione è stata presa dopo aver consultato i giocatori, il personale e gli amministratori della federazione e sulla base delle norme di sicurezza applicabili in relazione all’attuale crisi sanitaria. Preparare i ragazzi a giocare queste partite a marzo, senza nessun tipo di competizione, sarebbe stato irresponsabile. Le possibilità che subiscano gravi infortuni in quell’occasione e che i loro club ne soffrano, sono troppe”.

L’EHF comprende questa situazione eccezionale, ma deve anche applicare i suoi regolamenti. I Lupi Rossi dovranno giocare due partite nel gennaio 2022 per passare alle qualificazioni effettive del Campionato Europeo 2024. Queste partite preliminari si giocheranno a novembre 2022. Una situazione simile a quella dell’inizio dello scorso anno, quando i Lupi Rossi hanno giocato contro Cipro. “Siamo cin una situazione difficile e ora, come altre federazioni, dobbiamo sopportarne le conseguenze. Ora abbiamo il dovere di agire. È importante, insieme ai club che vogliono aderire, lavorare su un quadro semi-professionistico che farà in modo di essere meglio attrezzati in tempi di crisi per affrontare tali battute d’arresto e consentire al nostro sport di evolversi. In quanto ex giocatore di pallamano, so fin troppo bene che quando giochi, rischi di raccogliere briciole e, allo stesso tempo, di distribuirle. A livello sportivo, questa è un ulteriore dura prova da superare per i giocatori, la pallamano belga, la federazione e me. Tuttavia, voglio darmi da fare e lavorare con la mia squadra in futuro. Lo dobbiamo a noi stessi, ai nostri giocatori, ai nostri club e ai nostri partner. Allo stesso tempo, dobbiamo dare maggiore autonomia ai professionisti che ci supportano”, afferma Jean-François Hannosset .

A maggio di quest’anno, la Royal Belgian Handball Federation vuole riunire i giocatori per uno stage e farli giocare una o due partite di esibizione. Questo è un primo passo per le qualificazioni alla Coppa del Mondo 2023.

Ciò significa che le “Aquile” serbe si qualificheranno già all’EHF EURO 2022 poiché hanno vinto 5 punti su 6 e hanno solo un’altra partita contro la Grecia.

CLASSIFICA:
Serbia 5 (3 partite)
Francia 1 (2 partite)
Grecia 0 (1 partita)

Questo contenuto è solo per la consultazione!