IMBARAZZO

È da circa 10 giorni che continuo a chiedermi il perché: perché la mia Federazione si comporta sempre in modi che definire bizzarri è un eufemismo?

Come avete forse letto in un articolo che ho pubblicato recentemente, qualche giorno fa ed esattamente il 13 novembre, sono stata contattata dalla presidentessa di “ASSIST” (Associazione Italiana atlete), Luisa Rizzitelli, la quale mi comunicava che in collaborazione con “Differenza Donne ONG” stavano presentando il primo servizio nazionale contro le molestie e gli abusi nello sport denominato “SAVE” e che il 23 novembre avrebbero fatto la conferenza stampa di presentazione; la Rizzitelli mi invitava a partecipare sia come socia di “ASSIST” sia, soprattutto, da Consigliera Federale della FIGH. Naturalmente accetto di buon grado e mi rendo disponibile a collaborare a questo fantastico progetto. La presidentessa mi informa inoltre che, il giorno precedente, ha provveduto a mandare richiesta di patrocinio gratuito della FIGH al presidente Loria così come a tutte le altre federazioni ed al CONI. Le dico che ha fatto benissimo e che sicuramente non ci saranno problemi e che invierò anch’io una e-mail al Presidente per sostenere questa richiesta. Invio la comunicazione sottolineando il fatto che, vista l’importanza e la delicatezza dell’argomento trattato, l’iniziativa non deve appartenere ad alcuno schieramento politico sportivo e prego cortesemente il Presidente di concedere questo patrocinio.

Ebbene dopo una settimana né io né tantomeno “ASSIST” riceviamo risposte in merito, cosa che sinceramente mi crea un grande imbarazzo e mi porta a porgere le scuse alla presidentessa Rizzitelli. Giorno 20 novembre, a 3 giorni dalla conferenza stampa, invio una e-mail di sollecito sottolineando nuovamente l’importanza dell’argomento trattato e, soprattutto, che non dare nessun tipo di risposta denota una totale mancanza di garbo istituzionale. Purtroppo anche stavolta c’è stato un silenzio assordante, silenzio che mi lascia molto perplessa perché immotivato e relativo soprattutto a un argomento di vitale importanza che dovrebbe accomunare tutti indistintamente. Mi chiedo perché il Presidente Federale si è comportato così? Perché sono un Consigliere di opposizione e quindi meglio non ascoltare? Se così fosse sarebbe veramente una delle cose più antidemocratiche che ci siano e non so come possa governare e far crescere veramente un movimento chi non ha capacità di ascoltare le minoranze.

Se invece questa supposizione che ho fatto fosse sbagliata, mi chiedo nuovamente: perché? Perché l’argomento sulla violenza e molestie sulle donne nel mondo sportivo non è un tema ritenuto degno dell’attenzione del presidente Loria e quindi della federazione nemmeno per inviare una semplice e-mail di concesso patrocinio gratuito? Beh, se così fosse sarebbe veramente grave e sinceramente mi pongo il problema del modo in cui chi ha una totale INSENSIBILITÀ su un tema così cruciale nella storia attuale del nostro paese, possa veramente gestire e dare una direzione ad un’istituzione come una federazione, soprattutto alla luce del fatto che lo sport e chi lo gestisce dovrebbero essere veri portatori di messaggi utili dal punto di vista sociale.

Anna Lattuca

Questo contenuto è solo per la consultazione!