MUTUO IN SOCCORSO

          Dalla lettura dei verbali delle riunioni del Consiglio Federale (24 maggio 2020 e 28 giugno 2020, vedere allegati), alcuni di voi si saranno accorti che la FIGH ha acceso un mutuo presso un istituto di credito. Come si evince da pag.11 del verbale del 24 maggio 2020, si tratta di 300.000Euro che la FIGH restituirà a rate nei prossimi sei anni.

          Lasciamo ai lettori la possibilità di scoprire come si è articolato il dibattito in sede consiliare; c’è stata una discussione sicuramente molto accesa; leggendo i verbali si avrà però una visione d’insieme non particolarmente dettagliata e tra poco spiegheremo meglio il perchè.

          In ogni caso, ci sono alcuni punti che vorremmo far notare, tra i quali il fatto che i Consiglieri Lattuca, Guidotti e Rubinetti non hanno approvato questa operazione finanziaria.

          Anzi, ci mettiamo dalla parte di quei tesserati che hanno letto attentamente i verbali e che, in maniera consequenziale e naturale, potrebbero porsi alcune doverose domande.

          Proprio parlando di dettagli, come mai le delibere del Consiglio Federale relative a tale prestito, non sono state pubblicate? Del resto, a onor del vero, avviene sempre così: le delibere non sono mai divulgate.

          Perché, nonostante la richiesta di alcuni Consiglieri Federali, non sono state pubblicate le memorie redatte da questi ultimi e, in parte, relative a considerazioni formulate in merito a tale operazione?

          A marzo del 2017, siamo partiti con un avanzo di gestione di oltre 700.000Euro inerenti la gestione federale precedente; ora finiamo con una richiesta di prestito di 300.000Euro; questo “gap” di oltre un milione di Euro come possiamo giustificarlo? Quali sono i risultati ottenuti? Come sono stati e come saranno investiti questi soldi?

          Dalla pag.16 del verbale del 24 maggio 2020, si riporta testualmente: “Il consigliere Lattuca chiede di conoscere se l’erogazione del mutuo di cui trattasi sia subordinata alla presenza di appositi progetti”; ancora alla pag.7 del verbale del 28 giugno 2020 si legge:” Il consigliere Rubinetti esprime il proprio parere contrario perché a suo avviso la richiesta di finanziamento deve essere finalizzata ad un progetto che finora non è stato presentato, …”.

          Perché, in Consiglio Federale, non è stata presentata una relazione che giustificasse questa operazione di carattere economico? Eppure era stata richiesta a gran voce da tre Consiglieri Federali. Come si può approvare una operazione di tale tipo senza sapere esattamente come e dove saranno investiti questi soldi?

          Tre Consiglieri Federali non hanno approvato la delibera di cui sopra anche perché non è stato presentato in Consiglio Federale il contratto stipulato tra la FIGH e l’istituto di credito suddetto. Come si può approvare una cosa del genere senza vedere il relativo contratto?

          Inoltre, nei prossimi sei anni, chi pagherà le rate di tale mutuo? È un po’ come il gioco delle tre carte (carta vince, carta perde): da una parte, in questa stagione, non si fanno pagare alle società i due terzi delle tasse relative ai campionati, dall’altra però, nei prossimi anni, non saranno forse i sodalizi sportivi quelli che si accolleranno le spese relative a tale illuminante strategia finanziaria?

          Strano il fatto che sui comunicati stampa della FIGH (quelli pubblicati subito dopo le riunioni del Consiglio Federale), non sia fatta alcuna menzione riguardo a tale mutuo; non era il caso di pubblicizzare la cosa ad ampio spettro?

          Infine, come si può prendere un impegno così oneroso a pochi mesi dalle elezioni? Coloro che vinceranno queste ultime, dovranno sobbarcarsi un impegno economico gentilmente offerto dalla “governance” precedente. Credo che sarebbe quanto meno opportuno prendere impegni che si esauriscano nell’ambito del quadriennio di governo, senza andare oltre.

          In ogni caso, siete proprio sicuri che il mutuo ci verrà in soccorso?

Stanislao Rubinetti

Andrea Guidotti

Anna Maria Lattuca