AVENTI DIRITTO AL VOTO

Oggi raccontiamo una vicenda di cui molti non hanno contezza.

1. Tutto ruota attorno al comma 2 dell’art.16 (L’Assemblea nazionale) dello Statuto federale.

Il comma 2 dell’art.16 (L’Assemblea nazionale) dello Statuto federale dispone testualmente che “la partecipazione con diritto a voto è riconosciuta … alle società che risultano iscritte al Registro delle Società e Associazione Sportive Dilettantistiche del CONI e che abbiano maturato un’anzianità di affiliazione di 12 mesi precedenti la data di celebrazione dell’Assemblea[ndr. 7.12.2020], a condizione che, in ciascuna delle stagioni sportive concluse, comprese nel suddetto periodo di anzianità di affiliazione [ndr., nel periodo 7.12.2019-6.12.2020 si è conclusa solo la stagione 2019-20],abbiano svolto, con carattere continuativo, effettiva attività sportiva stabilita dai programmi federali ed a condizione che nei 12 mesi antecedenti la data di convocazione dell’Assemblea [ndr. 4.10.2019-3.10.2020]abbiano partecipato, all’attività sportiva ufficiale della Federazione [poiché la stagione agonistica 2020/21 per i casi qui di interesse non è ancora stata avviata, ne consegue che l’attività ufficiale rilevante può solo essere quella svolta nella s.s. 2019/2020]”

2. Veniamo ora alla cronologia dei fatti avvenuti.

  • Sabato 3 ottobre 2020 c’è stata la riunione del Consiglio Federale (senza preventivo avviso pubblico né in merito alla convocazione né in merito all’ordine del giorno), nella quale si è ratificata la convocazione dell’Assemblea elettiva di lunedì 7 dicembre 2020 (All. 1).
  • Domenica 4 ottobre 2020, sul sito WEB federale, viene pubblicata la Circolare FIGH n.60 (all. 3) che costituisce l’avviso di convocazione della XXXI Assemblea Nazionale straordinaria ordinaria elettiva della FIGH; con la stessa è pubblicata anche la tabella voti cioè l’elenco delle società che hanno diritto di partecipare all’assemblea e i rispettivi voti assegnati a ciascuna di esse.
  • poiché l’elenco può essere stato elaborato definitivamente solo nella giornata di venerdì 2 Ottobre 2020 (essendo gli uffici FIGH chiusi il sabato e la domenica), nella predetta lista non compaiono diverse società che, per vari motivi, non sono riuscite ad affiliarsi entro la sopra indicata data ma che avevano ancora ed hanno a tutt’oggi possibilità di farlo: ci si riferisce in particolare al caso delle società aventi titolo per l’iscrizione per i campionati agonisti di Area (regionali) e quelle per il campionato agonistico U13, la cui scadenza è prevista per venerdì 30 ottobre 2020; i relativi campionati evidentemente ineriranno la stagione sportiva 2020/21 e quindi l’attività sportiva ufficiale della Federazione, che però per tali società non è ancora iniziata.

3. In buona sostanza, la lista delle associazioni aventi diritto di voto è stata pubblicata escludendo di fatto quelle società che si sono iscritte dopo il 2.10.2020 ed entro il 30 ottobre 2020, pur trattandosi di sodalizi sportivi, che rispettano appieno le condizioni dettate dall’articolo 16 dello Statuto federale, in quanto nella scorsa stagione avevano svolto effettiva attività sportiva in maniera continuativa e, nei 12 mesi antecedenti la data di convocazione dell’Assemblea (4 ottobre 2020), avevamo partecipato all’attività sportiva ufficiale della Federazione e cioè quella della scorsa stagione sportiva poiché quella di quest’annata non è ancora iniziata

4. Ci domandiamo perché si debbano mettere le società nelle condizioni di impegnare tempo e denaro nel fare un ricorso (entro l’11 ottobre 2020, n.d.r.) in merito a un palese errore giuridico/regolamentale degli organi federali?

5. Infine l’articolo 72 del Regolamento Organico (Ricorsi avverso l’attribuzione dei voti) recita:

1. Avverso la tabella voti pubblicata sul sito internet federale è ammessa impugnazione da parte di coloro che siano stati esclusi, anche solo parzialmente, nonché da parte della Procura Federale.

2. L’impugnazione è proposta a pena di inammissibilità entro sette giorni dalla pubblicazione sul sito internet federale, secondo modalità e procedure previste con Regolamento emanato dalla Giunta Nazionale del CONI.”

Domanda: la Procura della F.I.G.H, che non può ignorare la questione, procederà?

StanislaoRubinetti

Anna Maria Lattuca

Andrea Guidotti