SPONSOR TECNICO FIGH – Parte 1 – PALLONI DA GIUOCO

          Francamente riguardo allo sponsor tecnico relativo ai palloni da gioco da utilizzare durante le partite dei campionati nazionali, c’è qualcosa che non torna.

          Andiamo per ordine.

          Si riporta testualmente dalla pag. 7 del verbale della riunione del Consiglio Federale del 23 aprile 2018:

          “ …

            13. sponsorizzazione pallone di giuoco

Il Direttore Generale informa il Consiglio di una proposta di sponsorizzazione del pallone di giuoco pervenuta da una azienda del settore, con personalizzazione dello stesso tramite utilizzo del logo federale ed anche di altri partners commerciali, che prevede una dotazione di 600 esemplari da mettere a disposizione delle squadre nazionali, delle squadre di serie A1 ed A2 maschile, ed A1 femminile. Propone comunque di effettuare ulteriori approfondimenti per verificare possibili differenti proposte, prima di pervenire ad una decisione in materia. Il Consiglio approva, dando mandato di verificare, seppure non obbligatorio date le dimensioni dell’accordo, ma comunque d’interesse della Federazione, diverse offerte prima di pervenire ad una scelta finale.

…”

          Dalla pag. 6 del verbale della riunione del consiglio federale del 14 maggio 2018:

2) Sponsorizzazione pallone di giuoco

Il Consiglio Federale, avuto riguardo alla relazione già illustrata dal Direttore Generale nel corso della precedente riunione, e preso atto che, all’esito di ulteriori verifiche, non sono emerse ipotesi alternative e comunque migliorative di quelle contenute nell’offerta a suo tempo pervenuta, delibera all’unanimità di approvare un accordo di sponsorizzazione del pallone di giuoco con la Ditta (nome ditta), che prevede, a fronte dell’obbligo di utilizzo del pallone di giuoco nei campionati di serie A1 maschile e femminile, e di serie A2 maschile, l’assegnazione di n. 10 palloni a ciascuna società di massima serie e di n. 5 palloni per le società di serie A2, dando mandato alla Segreteria Generale di predisporre la relativa delibera ed il contratto di sponsorizzazione.

          Il 20 luglio 2018 veniva pubblicato, sul sito WEB della FIGH, uno spumeggiante Comunicato Stampa

(http://www.figh.it/home/news/14121-mondo-partner-figh-pallone.html?highlight=WyJwYXJ0bmVyIiwibW9uZG8iXQ==)

tramite il quale si rendeva noto il nome del nuovo partner tecnico della FIGH per ciò che riguarda i palloni da utilizzare in tutte le gare dei campionati nazionali.

          Dalla pag. 7 del verbale della riunione del Consiglio Federale del 6 luglio 2019:

3) Proposta di sponsorizzazione ditta Mondo

La ……, che è già stata sponsor tecnico della FIGH per la stagione 2018/19, ha manifestato la propria disponibilità a rinnovare tale accordo per la stagione 2019/20, con la previsione di fornire un contingente di palloni da mettere a disposizione delle squadre di serie A1-A2 maschile ed A1 femminile, nonché alla Federazione per la Coppa Italia, le finali nazionali giovanili e le squadre nazionali, proponendo inoltre particolari condizioni di acquisto riservate alle società affiliate ed aderenti, a fronte dell’utilizzo esclusivo del pallone nelle medesime competizioni nazionali agonistiche. Il Consiglio approva all’unanimità, dando mandato alla Segreteria Generale di predisporre la relativa delibera.

…”

          Dalle pagine 68-72-74 della prima edizione (29 maggio 2020) del vademecum FIGH 2020/21:

DISPOSIZIONI PARTICOLARI PER I CAMPIONATI DI SERIE A1M-A2M-A1F

i) la società ospitante deve mettere a disposizione n. 2 palloni (nome ditta), del modello fornito dal

partner tecnico della federazione

          Dalle pagine 67-73-74 della seconda edizione (5 agosto 2020) e della terza edizione (10 settembre 2020) del vademecum FIGH 2020/21:

DISPOSIZIONI PARTICOLARI PER I CAMPIONATI DI SERIE A1M-A2M-A1F

h) la società ospitante deve mettere a disposizione n. 2 palloni (?), del modello fornito dal partner tecnico eventualmente indicato dalla federazione

          Insomma, le domande che sorgono spontanee sono le seguenti:

  1. che fine ha fatto lo sponsor tecnico dei palloni da gara? L’accordo di cui sopra, è stato rinnovato?
  2. A quanto ammonta il controvalore economico del materiale tecnico (palloni) messo a disposizione?
  3. Dove sono il contratto e le delibere relative a questo sponsor?
  4. Perché nella prima edizione del Vademecum 2020/21 si riporta la denominazione di questo sponsor, mentre nelle due successive edizioni il nome non compare più?
  5. Perché, al momento attuale, non compare pubblicamente uno sponsor legato al componente tecnico più importante del nostro sport, il pallone?
  6. Sono stati avvertiti i direttori di gara e le società di eventuali cambi di programma in atto?

          Noi non disperiamo, rimaniamo fiduciosi di avere delle risposte a domande che si ripetono ormai ciclicamente.

Stanislao Rubinetti

Anna Maria Lattuca

Andrea Guidotti