Etica e Legge

Ormai siamo prossimi alle elezioni del Presidente Federale e, come sempre, tale evento è preceduto dalle elezioni regionali dei rappresentanti di Tecnici ed Atleti. Spesso, in Italia, sentiamo parlare di importanza del rispetto delle leggi e anche in questo caso la quantità di cose formali da rispettare e la conseguente burocrazia sono un aspetto importantissimo. Il problema è che, mentre tutti noi siamo estremamente consapevoli della necessità di rispettare le regole, non tutti sono altrettanto attenti all’aspetto etico nell’indire tali consultazioni.

I regolamenti danno la possibilità al Consiglio Federale di scegliere i luoghi da adibire a seggio elettorale, l’etica vorrebbe che tali consultazioni fossero fatte in modo da permettere al maggior numero possibile di tesserati di partecipare, in modo che gli eletti siano il frutto della volontà del movimento; inoltre, sempre l’etica, richiederebbe che tali elezioni si svolgessero in “campo neutro” per permettere ad ogni candidato di giocarsi le sue carte; bene, ora andiamo a vedere dove e quando si svolgerà la prima fase della prossima tornata elettorale:

DATAGIORNOSEDE
ABRUZZOMER 23 SETTPalasport San Nicolò’ via Galilei Teramo
ALTO ADIGEMER 23 SETTPalasport via laghetto, 21 Bressanone
CALABRIAVEN 25 SETTTeatro Comunale via Amirante, 75 Soverato (CZ)
CAMPANIAGIO 24 SETTCentro Sociale via Vestuti,Salerno
EMILIA ROMAGNAVEN 25 SETTPol. Gino Pini via Pio La Torre, 61 Modena
FRIULIMAR 22 SETTPalasport Villanova via Vesellaria,1 Torri di Quartisolo (VI)
LAZIOGIO 24 SETTCentro Sociale via Vestuti,Salerno
LIGURIAMAR 22 SETTPalestra 2 giugno via Monfalcone 1   La Spezia
LOMBARDIAVEN 25 SETTpala Tacca piazzale Lega Lombarda 1 Cassano Magnago
MARCHEMAR 22 SETTpalasport via Firenze Chiaravalle (An)
MOLISEGIO 24 SETTCentro Sociale via Vestuti, Salerno
PIEMONTEVEN 25 SETTpala Tacca piazzale Lega Lombarda 1 Cassano Magnago
PUGLIAMAR 22 SETTpala S. Giacomo via Monopoli 101, Conversano
SARDEGNAVEN 25 SETTDopolavoro Ferroviario tensostruttura polifunzionale via Predda Niedda 1 Sassari
SICILIAMAR 22 SETTcentro polifunzionale via Stadio 1 Enna
TOSCANAMER 23 SETTpalasport addo Cipriani via Caiani 63/65 Borgo San Lorenzo
TRENTINOGIO 24 SETTpalavis via Ulrico 1 Lavis (TN)
UMBRIAMER 23 SETTpalasport addo Cipriani via Caiani 63/65 Borgo San Lorenzo
VENETOMAR 22 SETTPalasport Villanova via Vesellaria,1 Torri di Quartisolo (VI)

Ora ragionando su questa tabella mi sorgono spontanee alcune domande:

  1. organizzare le consultazioni in giorno feriale con seggi aperti dalle 15 alle 20 è la maniera migliore per permettere a tecnici e atleti maggiorenni di un movimento dilettantistico di partecipare alle stesse?
  2. Costringere i tecnici e gli atleti di intere regioni a sobbarcarsi viaggi di circa 2 ore per scegliere il proprio candidato, significa che la nostra federazione ritiene il movimento di queste regioni meno importante di quello appartenente alle regioni sede di seggio?
  3. È un caso che quasi tutte le sedi di seggio siano in “casa” di Consiglieri o di persone vicine o che fanno parte dell’attuale “governance”?
  4. Come mai, anziché scegliere un luogo centrale della regione e facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici (vedi Milano per la Lombardia, Roma per il Lazio, Firenze per la Toscana, Genova per la Liguria, Bologna per l’Emilia Romagna), si sono scelte sedi comode “solo per alcuni” portando disagio a moltissimi votanti?

La risposta è semplice e la potremmo riassumere con il classicissimo “il fine giustifica i mezzi”, cioè per vincere le future elezioni non mi preoccupo di essere migliore, ma preferisco rendere più difficile il compito di chi mi avversa, con tanti saluti all’etica. Inoltre è certo che un gruppo di governo, che da mesi sostiene di avere in mano un numero di voti da elezioni bulgare, si è accorto che giocando ad armi pari probabilmente non ne verrà fuori vincente.

Una vittoria ottenuta senza una grande partecipazione non sarebbe certo rappresentativa del volere del movimento reale, ma una mera alchimia politica ottenuta fregandosene della regola che vuole che le migliori elezioni siano quelle che portano il maggior numero di elettori a votare.

Infine chiudo con una piccola osservazione: per quello che ci è dato sapere, al momento attuale, l’unico che ha presentato una candidatura ufficiale alla presidenza della FIGH è Stanislao Rubinetti con Regola 19 e, malgrado si susseguano più o meno segretamente incontri e telefonate per raccogliere voti per l’attuale “governance”, non capisco per chi dovrei votare in alternativa a lui. Io non gioco a poker, io il “buio” non lo faccio e per questo mi candido per Stani!

Luca Montanari