Qualcosa non torna

Buonasera e andrà tutto bene!

È stato pubblicato il rapporto “Lo Sport riparte in sicurezza” (versione n.1 del 26 aprile 2020), documento elaborato da un gruppo di professori, ingegneri e ricercatori del Politecnico di Torino.

Lo scopo di quest’opera è indicato nella premessa dello stesso rapporto (pag. 5):

Il presente documento è stato redatto al fine di fornire indicazioni e azioni di mitigazione che possano accompagnare la ripresa delle attività sportive a seguito del lock-down per l’emergenza Covid-19. Indicazioni e azioni di mitigazione dovranno essere declinate per le singole discipline sportive in una successiva fase, in virtù delle specificità proprie di ciascuna. Il presente documento fornisce indicazioni unicamente per gli operatori sportivi (atleti, allenatori, ufficiali di gara). Le indicazioni ivi riportate vanno intese con carattere temporaneo e strettamente legate alla fase di emergenza, sebbene alcune potranno essere utili anche ad emergenza superata.

A pag.3 (nota 4) è riportata la definizione di “sito sportivo”.

Dalla pag. 43, si riporta testualmente:

Allegato 1 – Elenco delle discipline sportive riconosciute dal CONI e/o dal CIP, ai fini dell’iscrizione al Registro delle Società Sportive, con questionario per il contenimento del rischio specifico.

Annesso – Sezione Uno – Federazioni sportive nazionali (FSN) – pag. 44

Annesso – Sezione Due – Discipline sportive associate (DSA) – pag. 116

Annesso – Sezione Tre – Enti di promozione sportiva (EPS) – pag. 171

Annesso – Sezione Quattro – Comitato italiano paralimpico (CIP) – pag. 371

I valori presenti nelle sezioni sono stati compilati dalle Federazioni sportive nazionali, dalle Discipline sportive associate, dagli Enti di promozione sportiva e dal Comitato italiano paralimpico.”

Dalla pag.44 vengono riportate tutte le tabelle (questionari) compilati da ciascun ente sportivo: FSN, DSA, EPS e CIP.

I valori del fattore di rischio legato al contagio, variano secondo una scala di valori: 0 = inesistente, 1 = scarso, 2 = medio, 3 = alto, 4 = elevato.

COSA SI PUÒ NOTARE?

Confrontiamo i questionari di alcune istituzioni sportive:

  • Pag. 62 – Questionario FIGH,
  • Pag. 202 – Questionario ASI;
  • Pag. 221 – Questionario CSAIN;
  • Pag. 260 – Questionario CSI;
  • Pag. 281 – Questionario MSP;
  • Pag. 301 – Questionario ACSI;
  • Pag. 386 – Questionario OPES.

Da tale confronto si deduce che la FIGH e gli Enti di Promozione Sportiva ASI e CSAIN non hanno mai assegnato il fattore “4” per valutare il rischio di contagio nei vari contesti sportivi relativi alla pallamano, mentre tutti gli altri EPS lo hanno fatto diverse volte. Ricordiamo che il fattore “4” è quello relativo al rischio di contagio massimo.

Inoltre confrontando il questionario compilato dalla FEDERHANDBALL (pag.62) e quello compilato dalla FEDERBASKET (pag.68), nella colonna “Vicinanza – contatto Atleti” relativa alla sezione “Sito di Gara/Evento”, risulta che la FIP ha indicato il valore “4” mentre la FIGH ha indicato il valore “3”.

Inoltre, diamo un’occhiata a questo video:

DOMANDA

Qual è la persona che ha compilato il questionario per quanto riguarda la FIGH?