Comitati Regionali e Lega di serie A1M/seconda parte

Buonasera e buon sport per tutti!
Vorrei esporre ancora alcune considerazioni in merito all’istituzione della Lega di Serie A1.
Nel Comunicato Stampa relativo alla riunione del Consiglio Federale del 15 luglio 2018, si scrive per la prima volta riguardo alla nomina del Consigliere Federale Gianluca Brasini come Commissario di Lega (leggi qui). Stranamente però, nel verbale della suddetta riunione (leggi qui), NON si fa alcun riferimento a questa nomina. Insomma, ufficialmente, da chi è stato nominato il Consigliere Brasini in qualità di Commissario di Lega?
Infine, dal Comunicato Stampa FIGH pubblicato l’1 settembre 2018 (leggi qui), si riporta testualmente: “individuata, in questo senso, una road map che prevede, entro l’autunno, l’ultimazione della parte burocratica legata all’elaborazione dello statuto, che dovrà poi essere valutato dalle singole
componenti, con l’obiettivo di giungere, entro l’inizio del nuovo anno, di una bozza d’accordo FIGH – Lega per l’organizzazione delle attività.”
A giudicare dalla convocazione dell’ulteriore riunione di domenica 23 febbraio 2020 a Siena, sembrerebbe che tali obiettivi (Statuto e accordo) NON siano stati raggiunti nei tempi prestabiliti.

COMITATI REGIONALI

Come segnalato nella prima parte dell’articolo, a Siena, nell’ultimo fine settimana, ci sono state anche delle riunioni con i referenti delle società della Toscana per trattare l’argomento relativo all’istituzione del Comitato Regionale.
Veniamo alle domande sperando che qualcuno ci dia delle risposte convincenti:

  • perché, alle predette riunioni, NON è stato invitato il Delegato FIGH della Regione Toscana?
  • Perché, invece di fare più riunioni con gruppi di referenti di società diverse, NON si è optato per una riunione unica con tutti i dirigenti di tutte le società?
  • Perché alcune società NON sono state invitate?
  • Perché le convocazioni a tali riunioni sono state fatte tramite telefono?
  • Chi ha fatto queste convocazioni?
  • È stato redatto un verbale di queste riunioni? Di cosa si è parlato esattamente?

CONCLUSIONI

Fermo restando il fatto che rimango perplesso riguardo alle modalità con le quali sono state convocate e gestite alcune delle predette riunioni (la forma è importante quanto la sostanza, tenendo anche conto che alcuni Consiglieri Federali sono stati tenuti all’oscuro di tutto), vorrei ribadire con forza il concetto che il sottoscritto È FAVOREVOLE all’istituzione della Lega di Serie A1M e all’autonomia delle Delegazioni Regionali e delle Aree ma è FORTEMENTE CONTRARIO al fatto che tali iniziative siano portate a termine durante la campagna elettorale. Che venga avviato un confronto e
un’interlocuzione tra le parti affinché siano gettate le basi di tali progetti, È COSA AUSPICABILE ma l’atto finale, e cioè la messa in opera del progetto definitivo, deve avvenire solo dopo l’elezione del Presidente Federale. Questo è un concetto semplice e basilare che dovrebbe essere alla base di ogni movimento sportivo democratico e che renderebbe credibili e affidabili tutte le parti in causa.

Stanislao Rubinetti

MALE 1st DIVISION LEAGUE AND REGIONAL COMMITTEES/PART 2

Good evening and good sport for everyone!

I would like to explain a few more considerations regarding the establishment of the Male 1st Division League.
In the press release relating to the meeting of the Board of 15 July 2018, it is written for the first time regarding the appointment of the Member of the Board, Gianluca Brasini, as League Commissioner.
Strangely, however, in the report of the aforementioned meeting, NO reference is made to this appointment. In short, officially, by whom was the Member Brasini appointed as League Commissioner?
Finally, from the FIGH Press Release published on 1 September 2018, it is reported verbatim: “… identified, in this sense, a road map which provides, by autumn, for the completion of the bureaucratic part linked to the drafting of the Statute, which must then be assessed by the individual components, with the aim of reaching, by the beginning of the new year, a draft agreement FIGH – League for the organization of the activities.”
Judging from the convocation of the further meeting on Sunday 23 February 2020 in Siena, it would seem that these objectives (Statute and agreement) have NOT been achieved within the pre-established
times.

REGIONAL COMMITTEES

As reported in the first part of the article, in Siena, during the last weekend, there have also been meetings with the representatives of the clubs of Tuscany to discuss the topic related to the establishment of the Regional Committee.
We come to the questions hoping that someone will give us convincing answers:

  • why, at the aforementioned meetings, the FIGH Delegate of the Tuscany Region, was NOT invited?
  • Why, instead of having multiple meetings with managers from different clubs, did you NOT opt for a single meeting with all managers of all clubs?
  • Why were some clubs NOT invited?
  • Why were the calls to these meetings made by telephone?
  • Who made these calls?
  • Have minutes of these meetings been drawn up? What exactly did they talk about?

CONCLUSIONS

Without prejudice to the fact that I remain perplexed regarding the ways in which some of the aforementioned meetings have been convened and managed (the form is as important as the substance, also taking into account that some Members of the Board have been kept in the dark), I would like to reiterate strongly the concept that I am FAVORABLE to the establishment of the Male 1st Division League and the autonomy of the Regional Delegations and FIGH Areas but I’m STRONGLY CONTRARY to the fact that these initiatives are carried out during the election campaign.
That a confrontation and an interlocution between the parties is initiated so that the foundations of these projects are laid, IS WHAT IS EXPECTED, but the final act, namely the implementation of the final project, must take place only after the elections of the Federal President. This is a simple and basic concept that should be the basis of every democratic sports movement and that would make all the parties
involved credible and reliable.