Comitati Regionali e Lega di serie A1M/prima parte

Buonasera e buon sport per tutti!
Durante i tre giorni di Coppa Italia, Siena non è stata solo teatro di competizioni sportive; ci sono state anche delle riunioni in cui si sono analizzati argomenti importanti a livello locale e nazionale.
In particolare si è svolta la riunione tra i referenti delle società di A1M, per trattare il tema relativo all’istituzione della Lega, e si sono tenuti vari incontri con alcuni referenti di società locali per discutere riguardo all’istituzione del Comitato Regionale in Toscana. Detto così nulla di strano, se non fosse per il contenuto delle domande e delle considerazioni che a seguire riporterò.
Prima di ciò vorrei segnalare che le suddette riunioni sono state coordinate dal Presidente Federale, dott. Pasquale Loria, e anche questa è una notizia normalissima.

LEGA DI SERIE A1M

Per quanto riguarda la nascita della Lega di Serie A1M, della quale il sottoscritto è da sempre un fautore, dopo il Consiglio Federale del 25 luglio 2018, in cui il Consigliere Federale Gian Luca Brasini è stato nominato Commissario di Lega (leggi qui) per un periodo di 6 mesi, e la riunione delle società di A1M convocata l’1 settembre 2018 (leggi qui), nulla più si è saputo in merito ai risultati ottenuti durante la realizzazione di questo progetto. Fino a domenica 23 febbraio 2020, c’è stato un anormale e inspiegabile silenzio in merito allo stato in essere dei lavori. Improvvisamente, dopo un anno e mezzo, si è ripreso in considerazione l’argomento in questione.
E allora, come si suol dire, alcune domande sorgono spontanee:

  • come procedono i lavori coordinati dal Consigliere Brasini?
  • Era presente il predetto Consigliere alla riunione di domenica 23 febbraio?
  • È credibile il fatto di riprendere in considerazione questo argomento in sede di campagna elettorale?
  • In campagna elettorale, sono i vertici federali coloro che dovrebbero accompagnare le società verso
    la nascita di questa istituzione o sarebbe meglio che ci siano personalità “superpartes” elette in
    questo ruolo?
  • Non sarebbe meglio lasciare che siano le società a decidere autonomamente quale percorso seguire?
  • Siamo sicuri che le società non siano in grado di essere autonome in tal senso?
  • Quale azienda di marketing dovrebbe essere “partner” delle società in questo progetto? Chi ha
    scelto questa azienda?
    Nella seconda parte dell’articolo parlerò dei Comitati Regionali e tirerò alcune conclusioni in merito a tutti e due gli argomenti in questione.

Stanislao Rubinetti

MALE 1st DIVISION LEAGUE AND REGIONAL COMMITTEES/first part

Good evening and good sport for everyone!
During the three days of the Italian Cup, Siena was not only the scene of sports competitions; there were also meetings where important topics were analyzed at local and national level.
In particular the meeting between the 1st division club representatives was held to discuss the issue relating to the establishment of the League and various meetings held with some representatives of the Tuscan clubs to discuss the establishment of the Regional Committee in Tuscany. In other words, nothing strange if it were not for the questions and considerations that I will report below.
Before this I would like to point out that the aforementioned meetings were coordinated by the Federal President, dr. Pasquale Loria and also this is a very normal news.

MALE 1st DIVISION LEAGUE

Regarding the birth of the Male 1st Division League, of which the undersigned has always been an advocate, after the Board of 25 July 2018, in which the Member Gian Luca Brasini was appointed
League Commissioner for a period of 6 months, and the meeting of the Male 1st Division clubs convened on September 1, 2018, nothing more was known about the results obtained during the realization of this
project. Until Sunday 23 February 2020, there was an abnormal and inexplicable silence regarding the current state of the work. Suddenly, after a year and a half, the topic in question is taken back into
consideration.
And then, as they say, some questions arise spontaneously:

  • how are the works coordinated by the Member of the Board Brasini going?
  • Was the aforementioned Member present at the meeting on Sunday 23 February?
  • Is it credible to take this topic into consideration during the election campaign?
  • In the election campaign, the federal leaders are the ones who should accompany the clubs
    towards the birth of this institution or it would be better if there were “superpartes” personalities
    elected in this role?
  • Wouldn’t it be better to let the clubs decide for themselves which path to follow?
  • Are we sure that clubs are not able to be autonomous in this sense?
  • Which marketing company should be “partner” of the clubs in this project? Who chose this
    company?
    In the second part of this article, I will talk about the Regional Committees and draw some conclusions regarding both of the topics in question.