Dal programma alla programmazione per competenze/6

A questo punto sorge spontanea una domanda:

Che cosa osservare?”

Certamente l’avversario diretto rappresenta l’obiettivo primario dell’osservazione, in quanto è esso che deve essere “battuto” per poter concludere o far proseguire l’azione di gioco.

Prima di porre l’attenzione dul difensore deve essere percepito il comportamento di tutta la difesa. Da questa prima analisi si sa già, in modo generale, che tipo di comportamento assumerà il nostro diretto avversario.

Essere inserito in un sistema difensivo non significa aver risolto il problema di percepire le reali intenzioni del difensore. Infatti, all’interno di questo sistema difensivo, ogni giocatore mantiene le proprie caratteristiche, con i suoi pregi e i suoi difetti. Deve quindi essere osservata la posizione fondamentale del difensore e le relative capacità di spostamento.

Non basta osservare il proprio avversario diretto per decidere quale azione eseguire in quanto anche i difensori adiacenti contribuiscono a determinare la decisione dell’azione da intraprendere.

L’attenzione non deve essere esclusivamente rivolta agli avversari in quanto anche i compagni adiacenti possono condizionare la scelta.

Il portiere non deve essere preso in considerazione soltanto nel momento del tiro in quanto, percepire se è momentaneamente distratto o ha assunto una posizione non adeguata, fa eseguire un tiro che, analizzato soltanto dal punto di vista del comportamento difensivo, potrebbe sembrare fuori luogo.

Anche la presa di coscienza delle proprie capacità deve essere presa in considerazione, in quanto non basta percepire che in quella determinata situazione potrebbe essere eseguito un tiro da lontano, ma si è coscienti che le proprie capacità di tiro sono inadeguate.

Nella successiva fig.6 riportiamo in modo esemplificativo gli aspetti che devono essere presi in considerazione nell’osservazione. Questi aspetti dovranno essere integrati in modo specifico nell’analisi di ogni situazione specifica di gioco.

Nello sviluppo della tattica di gioco nulla deve essere lasciato al caso in quanto devono essere osservati tutti gli aspetti che concorrono alla riuscita o al fallimento dell’azione.

Luciano Bartolini

Continua…